ZOMMERS: “CONTRO L’ALTOVICENTINO PARTITA IMPORTANTISSIMA. IN CAMPO CERCO DI RESTARE CONCENTRATO…” – VIDEO

Il primo punto importante è che la conferenza stampa di oggi, alla quale si è presentato Kristaps Zommers, si è svolta interamente in italiano. Non un passo da poco, che dimostra anche la volontà del giocatore di sentirsi sempre più parte di questa realtà. “Poi magari la gente ride – ha detto prima dell’inizio della conferenza – ma è giusto provare“. La seconda è che finalmente abbiamo scoperto a cosa pensa il portierone crociato durante i lunghi momenti in cui non è impegnato a parare: rimarrà deluso il nostro Gabrielo, che nelle pagelle aveva ipotizzato un tentativo dietro l’altro di battere il proprio record ad Angry Birds…

Ecco il video e la trascrizione delle parole del portierone crociato:

Com’è andata l’avventura con la rappresentativa di Serie D? Bene, anche se molto stancante… Domenica abbiamo giocato contro la Fortis, lunedì sveglia alle 7 e il treno fino a Firenze e subito allenamento… Poi martedì due allenamenti, mercoledì allenamento al mattino e poi la partita contro una squadra Juniores di una società che milita in Eccellenza. Se mi stanco di più durante gli allenamenti della rappresentativa o durante quelli del Parma con Fulgoni? Con quelli di Fulgoni, perchè lì eravamo tutti stanchi al lunedì dopo la partita ed abbiamo fatto zommerssolo un lavoro di scarico. Se mi sento solo in porta durante partite come quelle contro la Fortis? Nelle prime tre partite non ho fatto molto, però è importante rimanere concentrato perchè spesso devo giocare con i piedi perchè mi arriva il pallone cinque o sei volte a partite. Cerco di stare calmo, guardare il campo, l’importante è rimanere sempre concentrato. Quali sono le maggiori difficoltà della gara contro l’AltoVicentino? È una partita molto difficile, e importantissima. Non solo per me, per tutta la squadra, ma è una partita davvero importante. Che portieri conosco della storia del Parma? Buffon, Bucci, Taffarel e Mirante. Buffon mi piace molto, è davvero forte. Come me è sempre coinvolto nella gara, mi piace molto. Se sono diventato più forte rispetto a quando sono arrivato? Si, sono migliorato molto. Lavoro con Fulgoni tutti i giorni, e sarebbe impossibile non migliorare. Se avevo già sentito parlare del Torneo di Viareggio? Si, si gioca contro le formazioni Primavera più forti d’Italia, anche per me sarebbe importante essere convocato lì perchè è importante vedere il mio livello con gli altri giocatori. Sarebbe una buona esperienza. In rappresentativa eravamo in tre, gli altri due sono portieri molto bravi. Cosa penso durante le partite quando non vengo impegnato? Penso sempre alla partita, la guardo, cerco di rimanere concentrato, guardo tutti i movimenti e cerco di essere sempre pronto”.