ZAZZARONI RIPETE L’ANATEMA (PER SCARAMANZIA): “QUEST’ANNO RISCHIATE LA RETROCESSIONE”

azzaroniIvan Zazzaroni lo conosciamo, e qui su ParmaFanzine.it abbiamo anche avuto modo di parlarci personalmente in un dialogo molto divertente che potete riascoltare. Per i pochi che non ricordino gli avvenimenti dello scorso anno, il giornalista sportivo aveva dichiarato ad inizio stagione che il Parma avrebbe rischiato la retrocessione, e poi sappiamo tutti com’è andata. Ospite telefonico della trasmissione “Palla in Tribuna“, su Radio Parma, Zazzaroni ha voluto ripetere l’anatema dello scorso anno, per scaramanzia, sperando di portare fortuna a questo Parma che ora è all’ultimo posto in classifica dopo sette giornate.

Ecco i passaggi salienti del suo intervento:

RISCHIATE LA RETROCESSIONE, E ORA SPERIAMO VADA COME L’ANNO SCORSO… – “I tifosi hanno paura? Paura mi sembra un termine esagerato. La preoccupazione c’è, se vedi che molti giocatori importanti sono fuori, come Biabiany, ed in più è cambiato qualcosa a centrocampo e soprattutto è cambiato l’umore. L’anno scorso dissi che rischiavate la retrocessione e siete andati in Europa, quindi lo dico anche quest’anno per scaramanzia: rischiate la retrocessione, speriamo vada come l’anno scorso…

zazzaronipanoramaCHI DICEVA CHE SI POTEVA RIPETERE LA SCORSA ANNATA E’ UN PAZZO – “Credo che il Parma abbia le possibilità di recuperare e di mettersene dietro tre. Questo è un anno tormentato, ma chi diceva che si poteva ripetere la scorsa annata è un pazzo. Senza Gargano, Marchionni, Amauri che rappresentava comunque un’alternativa e con gli infortunati che ci sono è difficile ripetere un’annata come quella dell’anno scorso. Bisogna guardare con un certo realismo quello che sta accadendo“.

GHIRARDI C’E’ SEMPRE STATO, NON RACCONTIAMOCI DELLE BALLE – “Difficoltà dovute alle dimissioni poi rientrate di Ghirardi? No, Ghirardi c’è sempre stato, non raccontiamoci balle. Credo di conoscerlo abbastanza bene, e credo che non ci abbia mai nemmeno pensato a mollare. In quel momento era particolarmente arrabbiato, ha fatto un intervento molto duro ma lui c’è sempre stato. Poi c’è Leonardi, quindi la gestione non è mai stata in discussione. Quello che ha pesato è la difficoltà finanziaria, l’autogestione che non è solo del Parma ma è anche di altre realtà. Quello che è accaduto a Parma accade altrove, ma Parma ha dovuto fare la gestione attraverso qualche cessione“.

MI AUGURO CHE IL PARMA COMPRI UN ATTACCANTE A GENNAIO – “Cacciare Cassano a gennaio? Perchè? Ci mancherebbe anche che tu debba rinunciare a Cassano, e poi con chi giochi? E’ un giocatore che magari lo perdi per 80′ ma in 10′ ti risolve la partita. Andrebbe sostenuto con qualche intervento di mercato. E’ stato anche sfortunato il Parma perchè la cessione di Biabiany avrebbe portato altri innesti, come l’acquisto di Floccari, e quindi è stata un’estate sfigata. Ma chi ama il Parma deve essere presente, vicino alla squadra. Poi io conosco Parma, e i parmigiani sono sempre molto diffidenti. Però se uno ama il Parma deve stargli vicino e deve capire che è un momento non semplice, ma quello che conta è salvare la categoria. Comprare un attaccante a gennaio? Me lo auguro…”