WALTER RODRIGUEZ: “FELICISSIMO DI AVER GIOCATO DOMENICA, ORA SPERO DI METTERMI IN MOSTRA” – VIDEO

Dopo diversi mesi senza vedere il campo e con alle spalle un minutaggio decisamente basso, Walter Rodriguez è sceso in campo domenica contro il Delta Rovigo durante il secondo tempo, e si candida per ritagliarsi un proprio spazio da qui a fine campionato.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

Quella di domenica è stata un’emozione molto grande, sono entrato di nuovo dopo cinque mesi e credo di aver giocato la partita più importante del campionato. Sono stato molto felice di questo. Ci sono stati dei momenti in cui pensavo che mi allenavo sempre, mi impegnavo al massimo però magari non giocavo ma sapevo che sono arrivato in un calcio diverso, dovevo imparare molte cose, ma penso che piano piano ho cominciato ad imparare il senso tattico, che è quello che il Mister mi ha insegnato. La cosa più difficile da imparare? La lingua, la prima… All’inizio quando il Mister parlava o mi chiedeva qualcosa non riuscivo a capire subito, però dopo ho trovato un paio di amici che mi hanno aiutato moltissimo per imparare delta-mazzocchi-rodriguezmoltissimo. Il dialetto toscano di Cacioli, Lucarelli e gli altri? Quando parlano loro faccio davvero fatica... Però quando sento l’italiano normale posso capire perfettamente. Queste tre gare una vetrina anche per me? Si, mi sto preparando per queste partite che mancano, spero di poter fare bene, poi vedremo cosa succederà il prossimo anno. È da due settimane che sto trovando più spazio ed un po’ di continuità, ho trovato qualche possibilità di giocare. Era difficile, prima, davo il massimo ma vedevo che non giocavo, ma sono stato molto contento di giocare domenica in una partita così importante. Se il Mister ha detto qualcosa a noi che giochiamo meno in vista di questo finale di campionato? No, anche questa è una settimana normale come le altre, ma lui ci parla sempre, ci ha sempre detto di non mollare e di farci trovare pronti. Spero che ora io ed altri che abbiamo trovato poco spazio avremo la possibilità di metterci in mostra. Da chi ho imparato di più tra gli altri centrocampisti della rosa? Giorgino e Miglietta, soprattutto. Corapi fa un ruolo diverso, è più dinamico e gioca più avanti. Però c’è sempre qualcosa da imparare da tutti. Anche il giorno in cui è arrivato Mazzocchi abbiamo fatto subito amicizia, e ci aiutiamo moltissimo a vicenda. Un desiderio per questo finale di campionato? Solo giocare il massimo possibile, e poi vedremo per il prossimo anno”.