VIGILIA DI PARMA-PIACENZA – LA PROBABILE FORMAZIONE DI PFZ.IT

Mancano poco meno di ventiquattro ore all’esordio ufficiale dei crociati in Coppa Italia contro il Piacenza, in programma domani alle ore 18 allo Stadio Tardini. Questo pomeriggio Gigi Apolloni guiderà la rifinitura durante la quale cercherà di carpire le ultime indicazioni sull’undici che dovrà scendere in campo.

Andiamo dunque ad analizzare la situazione per stilare una nostra probabile formazione.

INDISPONIBILI – Sono in tanti ad essere in forse per la gara di domani. Con ogni probabilità non ci sarà Zommers: il portierone crociato ha iniziato da poco ad allenarsi con la squadra e dunque dovrebbe accomodarsi in tribuna. In sette invece sono stati colpiti da una vera e propria epidemia di tonsillite: si tratta dei giovanissimi Dodi e Crescenzi, i giovani Saporetti, Simonetti e Messina, oltre agli over Nunzella e Scavone. Ovviamente dovranno essere verificate le loro condizioni, e si proverà a recuperare soprattutto Scavone e Nunzella.

probabile-piacenzaaPORTIERE – Come detto Zommers non dovrebbe farcela. Dovrebbe dunque spuntarla Coric, che in questo caso partirebbe dal 1′ a difesa dei pali della porta crociata.

LA DIFESA – Da verificare le condizioni di Saporetti, mentre Apolloni, in attesa di rinforzi, ha fatto diversi esperimenti durante il precampionato schierando nel pacchetto arretrato centrocampisti (Giorgino e Simonetti) e terzini (Messina e Garufo). Domani però dovrebbero partire dal 1′ Capitan Lucarelli in mezzo, affiancato da Coly e Benassi.

IL CENTROCAMPO – Anche qui ci sono diversi giocatori in dubbio. Se Scavone e Nunzella non dovessero farcela, allora è probabile che vedremo un centrocampo con Ricci e Garufo sulle corsie laterali (ma occhio a Mazzocchi, che se anche non dovesse partire dal 1′ a partita in corso potrebbe essere devastante), Giorgino davanti alla difesa e sulla mezzala la coppia Corapi-Miglietta.

L’ATTACCO – A meno che Apolloni non voglia dare subito una chance a Calaiò, arrivato ieri, sono due i ballottaggi per i due posti nel reparto offensivo. Per la prima punta il tecnico crociato dovrà decidere se puntare su chi ha dimostrato di essere più in forma, ovvero Guazzo, oppure se dare una chance fin da subito ad uno dei due acquisti di peso, ovvero Evacuo. Quest’ultimo ha bisogno ancora di qualche settimana di lavoro per entrare in forma, ma potrebbe comunque essere schierato dal 1′. Per il ruolo di seconda punta invece il ballottaggio è tra Nocciolini e Melandri.