VIDEO – LODI: “L’OBBIETTIVO È QUELLO DI RIPRENDERE LE SQUADRE DAVANTI A NOI”

Francesco Lodi ha portato in vantaggio il Parma con un gol segnato con il piede che meno preferisce, il destro, davanti a quello che era stato il suo pubblico nella sua esperienza empolese. Sostituito all’inizio del secondo tempo da Donadoni, il regista crociato non fa però polemica ed anzi traccia l’obbiettivo per il resto della stagione che vede un Parma ormai condannato alla retrocessione.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

E’ il mio secondo gol di destro in carriera, uno l’avevo fatto a Frosinone, l’altro l’ho fatto oggi e va bene, sono contento perchè volevo dedicare questo gol ai miei due figli che erano in tribuna e alla femminuccia che nascerà tra un paio di mesi. E’ un risultato importante che ci permette di andare avanti, e di metterci in mostra fino alla fine. La mia “non” esultanza? E’ il minimo che potevo fare nella città in cui sono cresciuto, contro una squadra che mi ha fatto diventare uomo e calciatore, quindi è il minimo che potessi fare. Il primo tempo? Siamo partiti non benissimo, il gol ci ha permesso di giocare in tranquillità, ma abbiamo subito il pareggio dell’Empoli che gioca un calcio molto organizzato, sapevamo che avremmo potuto trovare delle difficoltà sui calci d’angolo ed hanno trovato un gol alla fine del primo tempo. Nel secondo tempo però si vedeva che la squadra aveva voglia di portare a casa un risultato positivo, e alla fine ci siamo riusciti contro una squadra che per me è la rivelazione, perchè gioca un calcio essenziale, semplice, tutti sanno quello che devono fare in campo, e si è visto anche oggi. Il cambio? Non lo so, il Mister fa le sue scelte, e se gioco dall’inizio mi faccio trovare pronto, se mi sostituisce va benissimo e se devo entrare in corsa va benissimo ugualmente. Se c’è la motivazione anche per evitare di arrivare ultimi? Sicuramente, un conto è arrivare ultimi, un conto è arrivare terz’ultimi. E’ una grossa differenza, anche se poi ci sono i punti di penalizzazione che influiscono, senza le sanzioni saremmo a 20… Il nostro obbiettivo è superare le squadre davanti a noi, cercheremo di fare il massimo nelle prossime partite“.