VIDEO – FEDDAL: “OTTIMA GARA, IL NOSTRO OBBIETTIVO È QUELLO DI ONORARE LA MAGLIA FINO ALLA FINE”

E’ stato forse il migliore in campo del Parma, assieme ad Andrea Costa. Zouhair Feddal ha disputato un’ottima gara, con grinta e orgoglio. Al termine della gara è lui il primo giocatore a presentarsi ai microfoni dei giornalisti nella Mixed Zone di San Siro.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

Abbiamo fatto una buona partita a livello collettivo, non solo la difesa, perchè l’attaccante è il primo difensore. Siamo stati bravi, abbiamo trovato qualche difficoltà nei primi 15 minuti, mancava un po’ di fiducia, ma poi siamo stati bravi. L’Inter è un’ottima squadra, quindi bravi tutti davvero. Potevamo vincerla? Il calcio è fatto dagli errori, ci sta sbagliare. Anche il Mister ha detto che si sarebbe potuto portare a casa un risultato migliore, ma ci sta. Il nostro obbiettivo è quello di onorare la maglia, è questo il nostro obbiettivo. Domani è Pasqua, da lunedì penseremo all’Udinese. Una risposta della difesa nonostante l’assenza di Lucarelli? Abbiamo fatto bene però anche quando c’era Lucarelli abbiamo fatto bene. Ora dobbiamo dimenticare questa partita, e fare bene anche mercoledì. Tante partite in pochi giorni? Siamo una squadra con tanti giocatori, compresi i Primavera che si allenano con noi. Non penso che ci saranno problemi. Se uno non può dare il 100% alza la mano ed entra un altro compagno“.

inter-evidenzaPosso dire che tutti stanno dando il massimo, i curatori stanno facendo un lavoro incredibile, ora c’è anche Albertini che è con noi, sicuramente proveranno a salvare il Parma per giocare l’anno prossimo in Serie B. Con Albertini abbiamo parlato solo due minuti, ci ha detto di essere sereni, e che tutto andrà bene. Se rimarrei anche in B? Io ho ancora due anni di contratto, se la società conterà su di me io rispetterò il contratto e resterò a Parma. Io ero in prestito a Palermo, e le cose non andavano troppo bene. Sono arrivato nell’estate 2013 e non ho avuto l’opportunità di poter giocare con questa maglia. Devo dire la verità: io sapevo dei problemi che c’erano, ma siccome il Parma mi aveva dato l’opportunità di venire in Italia, la mia volontà è stata quella di tornare e dare il mio contributo per questa società, per l’opportunità che mi ha dato“.