VIAREGGIO CUP – Cerri non basta, il Parma si ferma ai quarti

Che la Fiorentina non fosse lo Spezia, o il Torino, lo si sapeva fin dalla vigilia. Il Parma di Pizzi però è sceso in campo per questo match valido per i quarti di finale del Torneo di Viareggio dopo una marcia da vera e propria corazzata: 13 gol segnati e solo 4 subiti, per i crociati, con Alberto Cerri assoluto mattatore grazie ai suoi 5 sigilli che lo rendevano, momentaneamente, il capocannoniere del torneo.

parmafiorentinaviareggioA differenza delle precedenti uscite dei crociati in questo torneo, stavolta sono gli avversari a partire forte. E’ infatti Mancini a segnare il gol del vantaggio viola al 9′ dopo una respinta di Coric. Cerri e compagni cercano di reagire subito allo svantaggio, ma sono poco fortunati: prima è bravo il portiere viola Bordini a parare la conclusione di Lombardi al 15′, e poi al 30′ è Rovelli che di testa prova a ristabilire la parità ma il pallone è di poco fuori. Nel mezzo, però, anche tanta Fiorentina grazie alle incursioni di Gulin, forse il più attivo nelle file della Fiorentina. Prima della fine della prima frazione c’è anche spazio per qualche polemica: Cerri viene trattenuto in area, ma l’arbitro decide di far proseguire.

I crociati, al ritorno in campo dopo l’intervallo, trovano un nuovo vigore e riescono a trovare il pareggio al 53′. A segnare, manco a dirlo, è sempre lui: Alberto Cerri. Questa volta il Bomber crociato utilizza tutta la sua furbizia ed il suo opportunismo: è bravo infatti a recuperare un cattivo rilancio del portiere Bordini, che in maniera goffa e inaspettata gli serve un incredibile assist. I crociati dunque tornano in partita. Pochi minuti dopo, per un problema fisico, Mazzocco (autore di uno splendido gol negli Ottavi contro il Torino) è costretto ad abbandonare il campo sostituito da Nyantakyi al 57′. La Fiorentina però non ci sta e reagisce, prima con Capezzi e poi con Fazzi, senza però trovare fortuna. Al 63′ Pizzi si gioca la carta Silipo, uno degli attaccanti più prolifici del Parma in questo torneo, che prende il posto di Lombardi. Al 76′ è però De Poli a scagliare un secchio di acqua gelata sulle illusioni del Parma, segnando il gol del vantaggio dei viola. Il Parma però non demorde, e pochi secondi dopo sfiorare l’immediato pareggio con Silipo. Il tempo scorre, e i crociati non riescono a trovare la zampata decisiva, terminando con qualche rimpianto anche se di fronte c’era un’ottima squadra, oltre che una delle serie candidate alla vittoria finale.

cerriLa Fiorentina quindi affronterà il Milan nella prima delle due semifinali della Viareggio Cup. Il Parma, sconfitto, esce però a testa alta. Non solo i gol segnati, non solo le prestazioni, ma anche la solidità dimostrata devono dare ottime speranze per il futuro. Alberto Cerri, in attesa della sfida tra Anderlecht e Atalanta è ora capocannoniere in solitario, con Bangal staccato di una segnatura. Un altro segnale importante del fatto che il Parma possa contare con alcuni dei migliori talenti in circolazione.

Avanti ragazzi, il futuro è vostro.