VIA PC E STAMPANTI, I DIPENDENTI SI COMPRANO LA CARTA IGIENICA. INTANTO IL SETT. GIOV. PERDE ALTRI PEZZI

computer-stampantiDiventa davvero difficile in questi momenti raccontare quello che succede all’interno del Centro Sportivo di Collecchio. Non tanto per i fatti in sè, che sono di facile lettura: la Team Memores, azienda piacentina che ha fornito al Parma pc e stampanti, si è ripresa questa mattina (come anticipato da ParmaFanzine.it) tutto il suo materiale, stufa di non essere pagata dalla società crociata. Ed ora è a serio rischio l’operatività di comparti strategici della società, come la Segreteria Generale e l’Ufficio Stampa, che ovviamente senza apparati informatici non possono svolgere il loro lavoro.

cartaigienicaLa difficoltà è tutta nel leggere gli occhi dei dipendenti, o forse anche questo è fin troppo semplice, purtroppo. Scoramento, dolore e tristezza per una realtà che sta cadendo su sè stessa pezzo dopo pezzo, unita con la rabbia verso chi ha causato questa situazione. “Se non pagassi i miei dipendenti non dormirei la notte” ha detto ieri Mirco Levati, Responsabile delle Relazioni Esterne, ai nostri microfoni. Chissà cosa penseranno quelli che i dipendenti non li hanno pagati per mesi nel vedere che alcuni di loro sono costretti ad andare al vicino centro commerciale per acquistare la carta igienica. “Se i giocatori mi danno i soldi per comprarla cosa devo fare?” ci ha chiesto il collaboratore mentre varcava sconsolato il Centro Sportivo con gli occhi pieni di tristezza. La stessa tristezza che pervade chiunque dia uno sguardo al Settore Giovanile. Oltre a mancare l’acqua calda per le docce, da oggi mancano anche il magazziniere e la lavanderia. Manenti, intanto chiede tempo: “Lasciatemi lavorare tranquillo” ha detto ai microfoni di Sportal.it. Non parlate però di tranquillità a chi ora lavora al Centro Sportivo di Collecchio, all’interno di una realtà che perde i pezzi, giorno dopo giorno.

ECCO IL VIDEO DEI COMPUTER MENTRE VENGONO RIPOSTI ALL’INTERNO DI UN FURGONCINO PER ESSERE PORTATI VIA