VERSO L’EUROPA – PARMA, E’ TUTTO NELLE TUE MANI!!

Dopo il turno che ha visto il Parma tornare alla vittoria, Milan e Torino non perdere un colpo e Lazio e Verona, sostanzialmente, autoeliminarsi, andiamo a vedere la situazione riguardante la lotta per l’Europa League aggiornando la nostra tabella.

tabellapostsampdoria

classificapostsampINTER, NON PUOI PIU’ SBAGLIARE: La sconfitta nel derby non cambia la situazione in classifica dei nerazzurri, ma li obbliga a non poter sbagliare nulla in queste ultime due partite di campionato. Nell’arco di soli tre punti ci sono tre squadre, e se da un lato è vero che due di loro (Parma e Torino) si incontreranno la prossima settimana, dall’altro c’è da considerare il fatto che se l’Inter dovesse perdere contro la Lazio potrebbe essere addirittura scavalcata dal Torino e raggiunta dal Milan, trasformando l’ultimo turno di campionato in una gara all’ultimo sangue dalla quale proprio l’Inter potrebbe uscire con le mani vuote. Vietato sbagliare, quindi: servono tre punti contro la Lazio per chiudere la pratica Europa League.

torinoeurospareggioTORINO-PARMA E’ DIVENTATO UN VERO “EUROSPAREGGIO”: Il Torino, vincendo anche la partita di Verona contro il Chievo, è ora al sesto posto in solitario. Con 6 punti sarebbe quindi automaticamente in Europa League senza pensare ai risultati degli altri. Ad un punto, però, c’è il Parma che si trova nella stessa situazione, perchè deve affrontare proprio i granata e perchè rispetto al Milan che ha i suoi stessi punti ha il vantaggio degli scontri diretti. Quella di domenica, ringraziando anche Lazio e Verona che si sono autoeliminate pareggiando, sarà una vera e propria finale: il Torino sembra essere più in forma e sulla carta parte favorito, ma si sa che nel calcio non c’è mai nulla di certo… Lucarelli e compagni hanno la possibilità di portare a casa 3 punti che, Livorno permettendo, significherebbero il ritorno del Parma in Europa League dopo qualche anno di assenza. C’è anche una particolarità non di poco conto, ovvero l’orario della gara: si giocherà domenica alle 15, mentre Lazio, Inter e Verona giocheranno il giorno prima ed il Milan alle 12:30. Parma e Torino, quindi, scenderanno in campo conoscendo già i risultati delle altre squadre. Vantaggio o svantaggio? Lo scopriremo.

dueasteeuropaIL MILAN, ZITTO ZITTO, ATTENDE GLI SCIVOLONI ALTRUI: I rossoneri, dopo aver vinto il derby contro l’Inter, si ritrovano in una situazione particolare: sanno che per raggiungere l’obiettivo devono sperare in uno scivolone del Torino o del Parma, ma che questo potrebbe non bastare. Il Milan, come ha fatto il Parma ieri sera durante Lazio-Verona, dovrebbe sostanzialmente sperare in un pareggio con il quale i crociati ed i granata si autoeliminerebbero: in quel caso i rossoneri scavalcherebbero entrambe le squadre, e basterebbero tre punti all’ultima giornata per concludere una rimonta iniziata qualche mese fa e che ha visto la squadra di Seedorf vincere 6 delle ultime 7 partite.

VERONA BEFFATO, MA IL PAREGGIO NON SERVE NEMMENO ALLA LAZIO: Non osiamo pensare quali siano gli umori in casa del Verona, beffato al 93′ con un rigore che definire generoso è dire poco. Sul dischetto è andato Mauri che, lesto sulla respinta del portiere, ha permesso ai suoi di pareggiare una partita, cosa però inutile sia per una che per l’altra squadra. Verona e Lazio si sono autoeliminate a vicenda, portando a casa un solo punto. Non è detta l’ultima parola, certo, ma onestamente la qualificazione europea, dall’alto dei loro 53 punti, sembra solo un miraggio.

L’Editorialista