VERSO L’EUROPA – Inter, Parma e Lazio rallentano. Riecco il Milan!

Alla luce dei risultati del turno infrasettimanale conclusosi ieri sera con il posticipo tra Inter e Udinese, aggiorniamo la nostra tabella e continuiamo con la nostra analisi della corsa verso un posto in Europa League…

tabellaeuropaleaguepostjuve

NuovaimmaginecontestIL PARMA FRENA, MA CADE IN PIEDI – Vi abbiamo ampiamente raccontato, in diretta dallo Juventus Stadium, della sconfitta del Parma contro la squadra di Conte. Di certo i crociati non sono stati aiutati dall’arbitro Banti, che ha commesso errori gravi e determinanti ai fini del risultato. L’aiuto però è arrivato dalle altre concorrenti in corsa per l’Europa League, che hanno tutte frenato la loro corsa, a parte Atalanta e Milan. I crociati hanno così fallito il primo dei quattro incontri ravvicinati che costituiscono un vero e proprio tour de force. Una sconfitta contro la Juventus dei record ci può ampiamente stare, e al primo tempo distratto e poco incisivo degli uomini di Donadoni ha fatto da contraltare un secondo tempo in cui anche in dieci uomini i crociati hanno provato fino all’ultimo a raggiungere il pareggio. La reazione del Parma lascia ben sperare, soprattutto in vista di quello che sembra sempre di più un vero e proprio spareggio contro la Lazio. Lucarelli e compagni devono cercare davvero di portare a casa un risultato positivo per riaffermare in tutto e per tutto la loro forte candidatura europea. Dopo la sfida contro la Lazio vi sarà un vero e proprio match point, complicato e suggestivo, contro la Roma di Garcia, in cui qualsiasi punto conquistato sarebbe poi guadagnato su tutte le altre concorrenti che staranno a guardare. Una buona fetta delle speranze del Parma, quindi, dipenderà da quello che succederà nello Stadio Olimpico nei prossimi giorni…

L’ATALANTA NON SI FERMA PIU’! Un pareggio con l’Udinese, e poi cinque vittorie di seguito, mietendo vittime anche eccellenti come Inter e Lazio. La banda di Colantuono si è messa in coda, e zitta zitta in poco tempo ha superato Milan, Torino, Verona e ora anche la Lazio. Non sappiamo quanto possa durare il momento felice dei bergamaschi, ma vista la classifica diventa obbligatorio considerare l’Atalanta la vera outsider di questa corsa per l’Europa, considerato il crollo della squadra che prima deteneva quell’etichetta, ovvero il Verona di Mandorlini. Il calendario per la squadra di Colantuono prevede ancora due sfide decisamente abbordabili, anche se di fronte ci saranno due compagini che lottano per la proprio sopravvivenza nella massima serie. Il Bologna al Dall’Ara ed il Sassuolo in casa saranno due sfide che potranno confermare la candidatura dell’Atalanta, considerato il fatto che ora sono solo 4 i punti da un Parma che ora dovrà affrontare Lazio, Roma e Napoli in stecca. Roma, Verona, Genoa, Juventus e Milan, ovvero le avversarie dei bergamaschi dalla 33a alla 37a giornata, sono una serie di avversarie sulla carta insormontabili, ma non è escluso che una volta che si inizi a sognare, l’appetito venga mangiando…

calendariolazioLAZIO IN CADUTA LIBERA?Quella contro il Genoa era un’occasione davvero irripetibile. In un solo colpo la Lazio di Reja poteva far fuori il Genoa di Gasperini (che a dire il vero non ha troppe speranze di entrare in corsa), e soprattutto rosicchiare tre punti al Parma, aumentando allo stesso tempo la pressione sui crociati in vista dello scontro diretto. Sarebbe stato molto diverso un Lazio-Parma con soli due punti a dividere le due squadre. Per fortuna dei crociati, però, la Lazio è uscita da Marassi sconfitta, e quindi si ritrova a giocarsi molte delle proprie speranze proprio nella sfida contro l’undici di Donadoni. Si giocherà in un Olimpico ancora in rotta con il proprio Presidente, con una Lazio acciaccata, che ha perso Biglia e probabilmente Klose, oltre a Ledesma squalificato. I biancocelesti hanno bisogno di vincere per mettere in saccoccia tre punti e soprattutto un po’ di fiducia in vista delle prossime gare, non proprio semplicissime, contro Sampdoria, Napoli, Torino, Livorno, Verona, Inter e Bologna.

QUARTA SCONFITTA DI FILA PER IL VERONA – Paura di prendere reti dopo l’imbarcata subita a Genova, problemi fisici, sfortuna… Le cause possono essere molte, ma il Verona è uscito sconfitto anche da Cagliari, ed il fatto di aver conquistato zero punti nelle ultime quattro gare parla da solo. Toni e compagni sembrano ormai in caduta libera, e le speranze di restare in corsa sono ormai ridotte ad un lumicino, al di là di quello che possa dire la classifica che li vede a 7 punti dal sesto posto. Ora al Bentegodi arriverà il Genoa, che è riuscito a fermare il Parma al Tardini e a sconfiggere la Lazio. Proprio in questo match si capirà se il Verona potrà ancora dire la sua in futuro, o se il suo campionato sia terminato dopo il raggiungimento della salvezza.

calendariomilanRIECCO IL MILAN! Come un pugile che continua a finire al tappeto ma poi, non si sa come, si rialza sempre, ecco rispuntare il Milan. La vittoria contro la Fiorentina è un vero e proprio toccasana per Seedorf e la sua squadra, che ritorna in corsa solo pochi giorni dopo che proprio su queste pagine l’avevamo esclusa quasi definitivamente dalla corsa. ∫. Chievo, Genoa, Catania e Livorno, quattro partite e dodici punti in palio. Il Milan dovrà cercare di portare a casa il bottino pieno per poi arrivare al rush finale in una posizione di classifica decisamente più interessante. Le altre sono avvisate…

L’Editorialista