VARESE-PARMA 2-5 – IL PARMA BATTE IL VARESE: 3 GOL NEL FINALE

donadoniLA FORMAZIONE: Donadoni, dopo quanto visto nel test di ieri contro la Primavera, continua a provare i movimenti visti durante il ritiro, con un occhio speciale per giocatori come Jorquera e Mauri, ad esempio, per capire quanto possano essere utili per la stagione che è ormai alle porte. Contro il Varese l’undici iniziale ha visto Mirante tra i pali, la coppia Felipe-Paletta al centro della difesa, con Gobbi e Cassani sulle fasce. Jorquera in regia osservato speciale, accompagnato da Acquah e Mauri. Palladino punta centrale, con Belfodil a sinistra e Biabiany a destra.

LA PARTITA: Il primo tempo comincia con un periodo di studio, senza eccessivi pericoli per i due portieri. Per il Parma ci ha provato Acquah, al 10′, con un tiro che è uscito di poco a lato. Il Varese ha più che altro raccolto calci d’angolo, ma proprio sugli sviluppi di un corner è riuscito a passare in vantaggio: al 28′ la retroguardia del Parma è distratta, ed il pallone di Zucchin è entrato direttamente in porta. La reazione del Parma però è immediata, con Palladino che ha finalizzato al 32′ un’assist dei Belfodil. Pochi minuti ed il Parma è passato anche in vantaggio sugli sviluppi di un calcio di rigore: Palladino si è fatto respingere il tiro da Bastianoni, ma sulla respinta è stato lesto Biabiany a ribattere in rete. Il primo tempo si è quindi chiuso sul 2-1 per i crociati.
vareseparmaevidenzaIl secondo tempo è iniziato con un cambio: Coda, autentico goleador in queste amichevoli con 5 reti segnate in due gare, ha preso il posto di Biabiany. L’attaccante, ex Nova Gorica, ha si è posizionato al centro dell’attacco, con Palladino che si è spostato sulla fascia. I crociati hanno iniziato la ripresa con il piglio giusto, e si sono guadagnati subito un’occasione con Belfodil al 5′: bravo Bastianoni a parare. Al 12′ è però il Varese a trovare il pareggio con Pereira Neto, bravo a finalizzare l’azione sugli sviluppi ancora di un corner. I crociati non hanno accusato il colpo, e anzi hanno provato subito a reagire: è stato ancora Palladino a rendersi pericoloso, al 22′, sbagliando da posizione invitante. Il Varese però trova facilmente il modo di pungere in attacco, e Mirante al 25′ è strepitoso nel parare un tiro di Cristiano da distanza ravvicinata. Al 29′ è invece Belfodil che si rende pericoloso, ma il suo tiro dal limite termina alto. L’appuntamento con il gol, però, è solo rimandato: al 34′ l’algerino è bravo a ribattere a rete la respinta del portiere avversario, che aveva smanacciato su un tiro di Coda. Crociati dunque ancora in vantaggio, e Donadoni decida di effettuare un altro cambio: esce l’autore del gol, Belfodil, e dentro Ghezzal. Prima del fischio finale, però, c’è anche tempo per vedere il Parma battere il secondo rigore della giornata, fischiato per atterramento di Acquah, con Ghezzal che non fallisce e segna il quarto gol dei crociati, che pochi secondi dopo riescono anche a segnare la quinta rete: Palladino finalizza una bella azione personale e fissa il punteggio sul 5-2. E proprio agli sgoccioli il Varese si vede anche espellere un giocatore: è Aureliano che si vede sventolare il rosso per aver protestato con l’arbitro. Parma che dunque, non senza qualche difficoltà, ha battuto il Varese con un risultato convincente.