Ufficializzato il “matrimonio” tra il Pianeta Parma ed il Satellite Gubbio. Leonardi: “Siamo i primi a fare un accordo del genere, lavoreremo in sinergia”

Nella Sala Stampa dello stadio Barbetti di Gubbio, poco fa, è andato in scena il connubio tra Parma e Gubbio. A “celebrarlo”, di fronte ai giornalisti presenti in Sala Stampa, erano presenti Pietro Leonardi, Marco Fioriti (Pres. del Gubbio), Stefano Giammarioli (Ds del Gubbio) e Giuseppe Pannacci (Dg del Gubbio).

Proprio quest’ultimo ha evidenziato l’importanza di quest’accordo: “Sono fiero e soddisfatto della sinergia attuata con il Parma Fc. Siamo orgogliosi che il Parma abbia scelto il Gubbio. Vuol dire che abbiamo fatto cose buone. Ringrazio il presidente Tommaso Ghirardi e Pietro Leonardi per la grande fiducia e l’intesa che abbiamo trovato con il Parma. Sono sicuro che questo  porterà benefici a tutti noi“.

conferenzagubbioSubito dopo ha preso la parola Pietro Leonardi, che ha affermato di parlare solo oggi dell’accordo con la squadra umbra proprio “per rispetto verso il Gubbio. Era giusto infatti presentare tutto qui e in questo contesto. Il ringraziamento per il Gubbio è d’obbligo per come ci stiamo trovando in questi giorni, per l’accoglienza e per le strutture a nostra disposizione, dallo stadio al Park Hotel Ai Cappuccini. Qui ci sentiamo a casa. Tra noi e il Gubbio non ci sono mai state divergenze. C’è sempre stata sintonia. Il presidente Fioriti ha detto che il Parma ha scelto il Gubbio ma va anche detto per correttezza che pure il Gubbio ha scelto il Parma. Qui non è arrivato “l’invasore” ma solo una realtà che può essere motivo di crescita, sia da una parte che dall’altra. Il nostro è un accordo di natura tecnica e voglio precisare che in Italia il Parma ha questa collaborazione solo con il Gubbio. L’altra società con cui l’abbiamo realizzato è all’estero ed è il Nova Gorica. Il momento particolare dell’economia e di riflesso del calcio rende la sinergia tra club fondamentali. I presupposti alla base del Gubbio e del Parma sono gli stessi. Siamo entrambi società serie che rispettano gli impegni presi. Il nostro è un accordo di prospettiva. Il Parma guarda al futuro. Abbiamo fatto del virtuosismo la nostra filosofia quotidiana. A Gubbio non vogliamo mandare solo calciatori per seguirli. Ma vogliamo essere per questa società un supporto anche a livello di gestione aziendale, di staff medico e tecnico e infatti tutti questi aspetti lavorano già in piena sinergia. Siamo i primi che facciamo questo discorso. C’è chi compra le società è vero, ma noi siamo i primi che scelgono invece di gestirle insieme”

satellitispazioInfine, sempre l’Ad crociato ha affermato che “il progetto con il Gubbio è sviluppato anche per una crescita dei nostri giocatori a livello giovanile. In questo contesto inoltre, visto che disputano campionati professionistici, sono seguiti da staff preparati in contesti di qualità. Al momento sono 18 i giocatori arrivati al Gubbio via Parma. In questo momento il Gubbio ha una rosa di giocatori in fase di valutazione. Non credo che arriveranno altri giocatori, almeno per strategia. Poi si sa, il mercato è aperto fino al 2 settembre, potrebbero esserci variazioni legate alla contingenza. Quel che mi preme però chiarire è che il Gubbio non perderà nessuna autonomia, tanto più a livello di settore giovanile, si gioverà invece di quello che è l’apporto di tutte le componenti del Parma. Siamo fiduciosi perchè visto i risultati raggiunti dal Gubbio, come la capacità anche di approdare in serie B e tirar fuori giocatori giovani, significa che qui si sa lavorare e lavorare bene.



La trascrizione delle parole di Leonardi e di Pannacci e le foto sono del sito ufficiale del Parma Fc.