UDINESE-PARMA 4-2 – PARMA POCO CINICO E DISATTENTO IN DIFESA

udinese-evidenzaIl Parma esce dal Friuli con zero punti, e tanto rammarico per le molte occasioni create e non finalizzate, ma soprattutto per una difesa ancora troppo distratta che ha concesso troppo ad un Udinese che però è stata brava e cinica a segnare praticamente ad ogni conclusione rivolta verso la porta di Mirante. La sconfitta oscura la buonissima prestazione di Mauri, che ha anche segnato il primo gol in Serie A in carriera, ed una buona prestazione offensiva. In difesa però c’è ancora molto da sistemare, anche se la sfortuna continua ad abbattersi sulla rosa a disposizione di Donadoni: anche Mendes ha dovuto dare forfait a fine primo tempo dopo un colpo subito, e Donadoni ha dovuto inserire Santacroce. Le assenze di Cassani, Paletta e, se vogliamo, Costa pesano come un macigno su un reparto che anche oggi è stato decisamente rivedibile.

LA FORMAZIONE: Confermata la probabile formazione di ParmaFanzine.it, con una sola sorpresa: è infatti Coda a scendere in campo dal 1′, con Belfodil che si accomoda invece in panchina. Mirante dunque tra i pali, difesa a quattro con Mendes e Gobbi sulle fasce, con Lucarelli e Felipe al centro. Confermati Mauri ed Acquah sugli esterni a centrocampo, mentre è Jorquera e non Lodi ad occuparsi della regia. A fare compagnia a Cassano in attacco c’è quindi Coda, con De Ceglie esterno sinistro offensivo.

udinese-squadre-in-campoLA PARTITA: E’ un Parma diverso da quello previsto, non tanto per la presenza di De Ceglie nel trio offensivo (del resto l’avevamo previsto in settimana), ma per la scelta di Coda dal primo minuto. La squadra di Donadoni ha però cominciato la gara con un piglio molto più propositivo ed offensivo rispetto a quanto visto contro la Roma. I primi venti minuti sono infatti di marca crociata (ma lo sarà gran parte della prima frazione), con il vantaggio firmato Mauri al 22′: l’italo-argentino (migliore in campo per distacco nei primi 45′) raccoglie un assist di Cassano e batte Karnezis con un tiro forte e preciso. E’ il primo gol in Serie A alla seconda presenza al primo minuti, e scusate se è poco… Il vantaggio crociato dura però solo 6′. E’ infatti Di Natale a pareggiare i conti al termine di un’ottima azione della squadra di Stramaccioni. L’Udinese trova quindi il pareggio al primo tiro in porta. Il Parma però non si arrende e anzi continua a proporre gioco con un ottimo Jorquera che è bravo a smistare palla assieme ad un Cassano in formato deluxe. Ad andare vicino al nuovo vantaggio è prima Coda e poi Mauri, ma Karnezis è bravissimo a sbrogliare. Il portiere dell’Udinese è ancora bravo su un diagonale di Cassano, ma proprio quando il Parma sembrava riuscire a portare a termine la spinta offensiva è arrivata la doccia fredda targata ancora una volta Di Natale: velo di Thereau ed il n°10 friulano è bravo a battere Mirante dal centro dell’area. I crociati trovano però il pareggio poco prima della fine del primo tempo: ancora uno strepitoso Mauri raccoglie un pallone servito da Cassano e si fa atterrare in area da Widmer (ammonito), conquistandosi così un calcio di rigore. Sul dischetto va Cassano, che beffa Karnezis con un incredibile cucchiaio che accarezza la traversa e si deposita in rete. Termina così un primo tempo che ha visto il Parma giocare molto bene, ma concedere due reti agli avversari nelle uniche due occasioni pericolose che la squadra di Stramaccioni è riuscita a costruire.
Il secondo tempo si apre con un cambio: Mendes, acciaccato dopo un duro colpo subito al termine del primo tempo, lascia spazio all’esordio stagionale di Santacroce, che si sistema nella stessa posizione occupata dal portoghese. A rendersi pericolosa è subito l’Udinese, con un tiro ravvicinato di Kone deviato in angolo da Mirante. Il copione del secondo tempo è però simile a quello del primo, con il Parma che fa la partita e l’Udinese che punta a chiudere gli spazi e ripartire. Al 56′ però sono i friulani a passare in vantaggio con uno splendido gol di Heurtaux, che in rovesciata la mette a fil di palo. Punizione troppo severa per un Parma che, nonostante un reparto difensivo un po’ approssimativo, aveva costruito fin lì numerose palle gol. I due allenatori decidono allora di cambiare: Donadoni inserisce Belfodil e Galloppa al posto di De Ceglie e Jorquera, mentre Stramaccioni inserisce Domizzi al posto di Kone, e Muriel al posto dell’applauditissimo Di Natale. Formazione più difensiva per l’Udinese quindi, con la velocità di Muriel per far male in contropiede. Gli attacchi del Parma invece si concentrano attorno alla fantasia di Cassano, che crea superiorità numerica saltando l’uomo e cerca di inventare per i compagni. A mettere ulteriormente nei guai il Parma ci pensa però Acquah, che ingenuamente compie un fallo a centrocampo, beccandosi così il secondo giallo e lasciando i compagni in dieci uomini. Nonostante l’inferiorità numerica i crociati provano comunque a spingere, ma con le gambe sempre pesanti e la testa poco lucida a causa della stanchezza, ed allora l’Udinese sfrutta un errore di Lucarelli che perde il pallone sulla propria trequarti, lasciando campo libero a Thereau che dopo una fuga solitaria batte Mirante chiudendo virtualmente i conti. Il colpo è durissimo per un Parma che avrebbe forse meritato almeno il pareggio, ma che in difesa ha concesso davvero troppo ai padroni di casa, che con un cinismo incredibile hanno finalizzato praticamente tutte le occasioni che hanno saputo costruire. La squadra di Donadoni ha comunque una reazione di orgoglio, sfiorando la rete con un missile di Gobbi da fuori area, ma non c’è stato nulla da fare. Al Friuli vince l’Udinese, il Parma ha saputo costruire molto, ma ha finalizzato poco e soprattutto ha ancora molto da registrare in difesa.

mauri-medagliaIL FILM DEL PRIMO TEMPO:

1′ – Partiti!!!
4′ – Buon inizio del Parma, molto propositivo e con un discreto piglio offensivo.
12′ – Fallo di Felipe al limite dell’area, ma proprio quando ci attendevamo l’inesorabile arrivo del primo giallo per il Parma l’arbitro dice che si può proseguire. Niente punizione, dunque.
22′ – Azione perfetta del Parma, Cassano serve Mauri in mezzo all’area, il giovane stoppa, si gira e segna!!!!!!! Parma in vantaggio!!!! Udinese-Parma 0-1
23′ – Fallo di Acquah a centrocampo, primo giallo per il Parma.
25′ – Ci prova Coda da fuori area, pallone a lato!! Ottimo Parma finora!
28′ – Gran gol dell’Udinese, con il solito Di Natale che al volo finalizza una sponda perfetta di un compagno. Udinese-Parma 1-1
29′ – Incredibile occasione da gol per il Parma!!!! Cross di Cassano,e Coda di testa da due passi si fa parare il tiro da Karnezis!!!
30′ – MAURI SCA-TE-NA-TO!!! Il suo tiro è parato da un miracolo del portiere friulano!
37′ – Brutto fallo di Kone su Acquah, giallo per lui.
43′ – OCCASIONISSIMA PER CASSANO!!!! Contropiede crociato, Cassano prova il diagonale ma è bravo Karnezis a respingere!
44′ – Secondo gol dell’Udinese, ancora con Di Natale. Velo di Thereau, il n°10 friulano raccoglie e dal centro dell’area batte Mirante. Udinese-Parma 2-1
45′ – 3 minuti di recupero.
46′ – Mauri atterrato in area di rigore, l’arbitro Calvarese non ha dubbi e concede il tiro dal dischetto. Cassano sul pallone.
48′ – Cassano dal dischetto fa il cucchiaio e pareggia i conti!!!! Udinese-Parma 2-2
48′ – Termina il primo tempo. Mauri migliore in campo: prima segna il vantaggio e poi si procura il rigore del pareggio. Udinese-Parma 2-2

IL FILM DEL SECONDO TEMPO:

1′ – Cambio nel Parma, dentro Santacroce, fuori Mendes.
48′ – Bravissimo Mirante su un tiro ravvicinato di Kone!!!
49′ – Cassano si è appena fatto tutto il campo pressando gli avversari. FantAntonio tutto cuore.
54′ – Si scaldano Galloppa, Lucas e Belfodil.
56′ – Gol dell’Udinese, e diventa difficile non togliersi il cappello di fronte alla rovesciata di Heurtaux. Udinese-Parma 3-2
59′ – Entra Belfodil, ora vedremo chi gli lascerà il posto.
60′ – Fuori De Ceglie, dentro Belfodil.
61′ – Ancora Cassano vicino al gol!!!! Cross di Acquah, di testa va FantAntonio ma il pallone esce di poco a lato!
64′ – Entra anche Galloppa, gli lascia spazio Jorquera.
65′ – L’Udinese inserisce Domizzi al posto di Kone. Stramaccioni punta a difendersi.
66′ – Pallone splendido di Cassano per Mauri che ci prova al volo, pallone alto!
70′ – Altro cambio per l’Udinese, fuori Di Natale, dentro Muriel.
76′ – Rosso per Acquah, che si becca il secondo giallo dopo un fallo ingenuo a centrocampo. Parma in dieci uomini.
78′ – Ci prova Cassano a giro, pallone fuori di pochissimo!!!
83′ – L’Udinese segna il quarto gol. Erroraccio di Lucarelli che si fa rubare il pallone da Thereau, che dopo una fuga solitaria batte Mirante. Udinese-Parma 4-2
88′ – Missile di Gobbi dal limite dell’area, Karnezis devia in angolo!
90′ – 3 minuti di recupero.
93′ – Termina la gara. Il Parma esce sconfitto dal Friuli.

L’Editorialista