TUTTI A REGGIO – Cresce l’attesa anche Oltr’Enza…

striscionetuttiareggioMancano quattro giorni, o se volete poco più di 96 ore, alla sfida tanto attesa tra Sassuolo e Parma. Una sfida che vede acquistare sempre più significato ogni giorno che passa. Parma si prepara ad un esodo che non sarà di certo al livello di quello messo in atto per lo spareggio di Bologna del 2005, ma che in ogni caso vedrà molti, moltissimi tifosi crociati che seguiranno la propria squadra nella vicina Reggio Emilia.

A Parma, in più parti della città, iniziano a spuntare un po’ ovunque striscioni che incitano la comunità a prendere parte alla trasferta di domenica. Nei giorni scorsi vi abbiamo fornito tutte le informazioni utili riguardanti le modalità di sottoscrizione della Tdt o della Away, oltre ai vari punti vendita dove è possibile acquistare il tagliando valido per l’ingresso al Mapei Stadium. Come già detto i Boys si muoveranno in treno, e hanno dato appuntamento a tutti i tifosi che si vogliono unire a loro alle ore 10, fissando la Stazione di Parma come punto di ritrovo.

Proprio i Boys sono stati oggetto di uno striscione esposto a Calerno, frazione del comune di Sant’Ilario d’Enza, in provincia di Reggio Emilia, segno che anche al di là dell’Enza l’attesa per una sfida nella quale il Sassuolo inizia a vestire i panni quasi di terzo incomodo continua a crescere sempre di più. La pagina Facebook AC Reggiana 1919 ha pubblicato ieri sera la foto dello striscione “incriminato”, che recita: “La mamma dei Boys è Platinette”. Gli sfottò iniziano quindi a correre lungo la strada che separa Parma e Reggio, anche se proprio quello striscione in concreto è durato molto poco: come segnala Marco Panciroli proprio sulla pagina AC Reggiana 1919, il lenzuolo è rimasto appeso per poche ore per poi sparire. Che sia stato Platinette?

striscionereggio