TUTORIAL – COME LEGGERE UN BILANCIO CHE NON E’ STATO ANCORA RESO PUBBLICO

bilancioBenvenuti, cari lettori, al nostro Tutorial su “Come leggere un bilancio che non è stato ancora reso pubblico. Sarà un Tutorial molto breve, considerando il fatto che la risposta è molto semplice e concisa: è impossibile. Da quando il sito ufficiale ha pubblicato il comunicato che ha reso nota l’approvazione del bilancio, sul web è iniziato un macro-dibattito, con molta confusione e pochi dati certi. La premessa è doverosa: fino a quando non verrà pubblicato il bilancio nella sua interezza, è pressoché impossibile poter fare un analisi chiara e dettagliata. Limitiamoci dunque ad elencare ciò che traspare dal comunicato pubblicato dal Parma, aggiungendo alcune nostre osservazioni:

-La Eventi Sportivi Spa ha approvato il suo bilancio, chiudendo con un utile di 3.020.617,1€.
-Il Parma Fc Spa ha approvato il suo bilancio, chiudendo con una perdita di 13.695.035€.
-La Eventi Sportivi Spa detiene il 90% del Parma Fc, ma i due bilanci sono ovviamente due cose separate. L’utile della Eventi Sportivi e la perdita del Parma Fc non possono essere messi in relazione tra di loro.
All’assemblea dei soci del Parma Fc, Energy T.I. Group (che detiene il 10% delle quote) si è astenuta.
Il vecchio CdA si è dimesso.
Il nuovo CdA non è stato ancora annunciato, questo perchè gli eventuali candidati hanno ora a disposizione 15 giorni di tempo per decidere se accettare o meno l’incarico.

comunicato-parmaSi è parlato poi molto dei 13.695 milioni di euro di perdita con cui il Parma Fc ha chiuso il bilancio. In molti hanno erroneamente confuso questo dato con l’indebitamento di cui i giornali hanno parlato spesso negli ultimi mesi. Inutile dare cifre: quando il bilancio verrà pubblicato sarà possibile vedere con chiarezza a quanto ammontano i debiti del Parma Fc, con la possibilità di quantificarli a seconda dei creditori (fornitori, banche, controllante, ecc ecc).
La perdita di cui si parla, invece, è avvenuta perchè, semplificando, il totale dei costi è superiore a quello dei ricavi. C’è anche un altro aspetto da considerare: il capitale sociale del Parma è di 20 milioni di euro, e quindi le perdite superano 1/3 del capitale stesso. Secondo il Codice Civile vi sono degli obblighi per la nuova società: convocazione dell’assemblea dei soci, redazione di una situazione patrimoniale della società ed esposizione dei fatti di rilievo avvenuti dopo la redazione della relazione. Se la riduzione del capitale sociale per perdite non è tale da ridurre il capitale stesso oltre il limite legale (120mila euro), la perdita può essere portata fino al nuovo ma se entro l’esercizio successivo non è diminuita a meno di 1/3 è necessario provvedere alla riduzione del capitale sociale. A proposito delle perdite che superano 1/3 del capitale sociale, al Parma era già accaduto nel 2004, anche se si trattava del “vecchio” Parma Ac: Bondi in quel caso convocò un’assemblea straordinaria per far fronte alla situazione.

In ogni caso, anche se fossimo i massimi esperti in materia, fino alla pubblicazione del bilancio nella sua interezza è praticamente impossibile poter dare una valutazione ragionata sulla situazione debitoria del Parma. Ogni discussione a riguardo, dunque, per il momento è assolutamente sterile.