CRAC PARMA FC – IL TRIBUNALE DI BOLOGNA BLOCCA IL SEQUESTRO CONSERVATIVO AI DANNI DI GHIRARDI&CO?

Nelle scorse settimane vi avevamo riportato della richiesta da parte dei curatori fallimentari del Parma Fc di un sequestro conservativo di beni ai danni di 17 ex amministratori della società fallita durante la scorsa stagione. La richiesta era di un congelamento di circa 60 milioni in totale, con tutti i soggetti che erano stati ghirardi-dimissioni-newritenuti responsabili “in solido” (leggi l’approfondimento di ParmaFanzine.it). Tra di loro, ovviamente, anche Ghirardi e Leonardi, oltre ad ex membri del CdA e del Collegio Sindacale.

Il Tribunale di Bologna era chiamato ad avallare o meno la richiesta della curatela. Secondo quanto riporta ParmaQuotidiano, la risposta sarebbe stata negativa. “Il Tribunale – riporta il quotidiano online – avrebbe infatti richiesto ai curatori fallimentari una ulteriore perizia tecnica volta ad accertare la eventuale sussistenza del danno e il suo reale valore. La strada per ottenere il “congelamento” dei circa 60 milioni di euro diventa dunque ora davvero in salita, e tutt’altro che agevole”.