Anche Totti vota Antonio: “Lo porterei al Mondiale. E andrei con lui…”

cassanoroseaMancava giusto Totti. Nella storia azzurra ormai c’è una costante: non esiste Mondiale senza un tormentone legato alle possibili convocazioni. Partendo da Beccalossi, nell’82’, fino all’odierno VotAntonio, passando per Roberto Baggio, Totti e ancora Cassano: in alcuni casi rivolte popolari, in altri rivolte “a mezzo stampa. Una cosa però è difficile da negare: Prandelli, mai come oggi, si trova in difficoltà. I problemi che assillano il Ct sono tutti concentrati su un reparto: non la difesa, e nemmeno il centrocampo, bensì l’attacco. Ed è proprio lì davanti che l’Italia può contare con alcuni talenti dal nome ingombrante, dalla carta d’identità già rinnovata innumerevoli volte, ma che al giorno d’oggi danno maggiori garanzie rispetto a Rossi (che dovrà recuperare dal suo infortunio) e Balotelli (da risollevare dal punto di vista morale), giusto per citarne un paio.

Proprio in questo contesto si inseriscono le parole che Totti ha rilasciato a Il Romanista: Io Cassano lo porterei al Mondiale. Se porterei anche me? Se sto bene, perché no…. Sulle qualità dei due, un paio di mesi fa ai nostri microfoni, si è espresso anche Carlo Zampa, uno che Totti e Cassano li conosce bene: “Secondo me nei singoli colpi ha addirittura un qualcosa in più rispetto a Francesco, ma la coppia Totti-Cassano per me è la coppia più bella del mondo. Se parli con Francesco Totti e gli chiedi qual è stato il giocatore con cui ha giocato e con cui si è trovato meglio ti dirà sempre Cassano, perchè sono due fuoriclasse, e quindi si capiscono al volo”.

repubblicatotticassanoAnche Totti, quindi, vota Antonio, e già che c’è candida anche sè stesso. Quella del numero 10 giallorosso, però, non è da leggere come una provocazione, bensì come una semplice constatazione. La condizione fisica di Cassano, unita al suo talento, è la maggiore garanzia che Prandelli ha nel proprio mazzo. Lo stesso Totti, guardando le alternative, sa che il suo apporto sarebbe decisivo come nei Mondiali del 2006. E allora ecco che arriva questa doppia candidatura, destinata ad aprire un ulteriore fronte che i media, ne siamo certi, batteranno nelle prossime settimane.
Palla a te, quindi, Cesare.

(La foto di Cassano e Totti è del sito di Sky Sport)