TOTO-DS – PARMA IN ATTESA DELLA RISPOSTA DI VAGNATI, FAGGIANO E SENSIBILE RESTANO IN CORSA – IL PUNTO DI PFZ.IT

Dopo aver passato la notte a Collecchio per il primo ritiro “casalingo” della stagione fortemente voluto da Stefano Morrone, i crociati tra poche ore si dirigeranno al Tardini per la sfida contro il Bassano. Quella di oggi pomeriggio sarà anche l’ultima partita in cui la squadra scenderà in campo senza Ds ed allenatore designato. Da lunedì, infatti, dovrebbe essere Roberto D’Aversa a guidare la squadra, un nome inizialmente accostato a Palmieri ma gradito anche agli altri “concorrenti” per il posto di Direttore Sportivo.

Una corsa, quella per il ruolo di Ds, che si avvia (finalmente) verso il termine. Il Mister X che la società è riuscita a tenere “nascosto” fino a ieri pomeriggio è Davide Vagnati, attuale direttore sportivo (ma che agirebbe quasi come un direttore generale) della Spal. Classe ’78, per lui da calciatore una lunga carriera tra C2 e D con le misterxmaglie di Biellese, Casale, Massese, Benevento, Pisa e Giacomense, squadra di Masi San Giacomo, piccola frazione in provincia di Ferrara. Una volta appese le scarpe al chiodo, per lui è iniziata subita la carriera come Direttore Sportivo, che gli ha permesso di iniziare l’avventura con la Spal da luglio 2013, quando la “sua” Giacomense si è fusa con la Spal (fallita nel 2012), prendendo nome e marchio di quest’ultima. Con lui in testa la società ferrarese ha raggiunto un sesto posto in Lega Pro Seconda Divisione, un quarto posto in Lega Pro e poi un primo posto, quello della scorsa stagione, che è valsa alla Spal una promozione in Serie B che mancava da 23 anni. In questa stagione, invece, grazie ad acquisti importanti come Antenucci (“soffiato” proprio al Parma), Cerri ed altri, la Spal si trova al sesto posto in classifica a soli sette punti dalla vetta occupata dal Verona.

È lui la prima scelta della proprietà crociata, nonostante anche in questo caso ci siano alcuni ostacoli che però sembrerebbero meno complessi di quelli trovati con Palmieri. Il dirigente è sotto contratto con la Spal, e lo scorso maggio ha rinnovato per due anni fino a giugno 2018. La volontà di Vagnati sarebbe quella di raggiungere Parma, e rilanciare non solo la stagione, ma tutto il progetto crociato. A Ferrara la notizia ieri sera è piovuta dal cielo come un fulmine a ciel sereno, anche se da qualche settimana si vociferava di possibili frizioni legate alle strategie per il prossimo mercato di gennaio. L’accordo per la rescissione sarebbe già stato trovato con Mattioli, il Presidente che l’ha sempre trattato come un figlio e che nella sua ultima stagione da calciatore alla Giacomense l’avrebbe chiamato dicendogli: “vedo che in campo corri poco e parli molto, perchè non fai il Ds?“. Resta da trovare l’accordo con la proprietà, anche se trapela ottimismo circa il buon esito della trattativa.

Oggi in ogni caso il Ds seguirà la Spal nella trasferta di Cittadella, in attesa di notizie ufficiali in un senso o nell’altro. Qualora dovesse esserci qualche intoppo (il Parma sarebbe disposto ad attendere fino a domani) sono pronti in rampa di lancio Faggiano, esonerato recentemente dal Palermo, e Sensibili, stessa sorte di Faggiano ma al Trapani, rigorosamente in quest’ordine. I crociati, dopo aver praticamente chiuso per D’Aversa, attendono risposte da Vagnati, che dopo aver segnato da calciatore uno storico gol in rovesciata che ha permesso alla sua Massese di battere il Napoli, ed avere portato da Ds la Spal in B dopo 23 anni, ora ha voglia di arrivare a Parma e, a “solo” 38 anni, togliersi altre importanti soddisfazioni.

Postilla: abbiamo saputo di una norma secondo la quale un dirigente (come un allenatore) sotto contratto per una società durante una stagione non può rivestire cariche in altre società. Aspetto che ovviamente ci ha preoccupato, trattandosi tutte e tre le alternative di dirigenti che hanno già “militato” in altri club in questo campionato. In realtà dopo aver raccolto informazioni possiamo tranquillizzarci: secondo quanto ci è stato detto da chi per lavoro si occupa di queste situazioni, in caso di leghe diverse (es. Lega di Serie A, Lega di B, Lega Pro) non vi è alcun vincolo.

(La foto in evidenza di Vagnati è del sito calciomassacarrara.it)