TORINO-PARMA – LA PROBABILE FORMAZIONE DI PARMAFANZINE.IT

torinoeurospareggioCi siamo. Mancano 12 ore alla gara che deciderà una stagione, e qui siamo tutti con gli occhi spalancati. Chi giocherà? Con che modulo? E come finirà? Impossibile davvero chiudere occhio. Il sabato di Serie A ci ha regalato due verdetti, con Verona e Lazio che salutano quasi definitivamente l’Europa League e l’Inter che invece si aggiudica matematicamente il secondo dei tre posti disponibili, ma soprattutto ci prepara ad una domenica non adatta a cuori deboli. Le partite che ci interessano solo Atalanta-Milan (12:30h), Torino-Parma e Livorno-Fiorentina (15h). Certo, il campo principale sarà ovviamente l’Olimpico di Torino, dove il Parma scenderà in campo per giocarsi l’intera stagione. Ma in un certo qual modo il risultato di Bergamo sarà importante: se il Milan non dovesse riuscire a vincere, infatti, al Torino basterebbe un pareggio per riuscire a mantenere il sesto posto. Livorno-Fiorentina, invece, è importante perchè per gli amaranto è l’ultima possibilità per sperare nella salvezza, e la Fiorentina in caso di non vittoria dovrebbe giocarsi il tutto per tutto domenica prossima, per mantenere il quarto posto, proprio contro il Torino. Intrecci, combinazioni, suggestioni… Da perderci il sonno.

probformtorinoLA PROBABILE FORMAZIONE: Concentriamoci quindi sulla formazioni che Donadoni dovrebbe scegliere per battere il Toro. Mirante torna tra i pali, dopo il turno di riposo forzato. Davanti a lui la coppia Lucarelli-Paletta, pronti a dividersi la marcatura di Cerci ed Immobile. Sulla fascia sinistra il favorito dovrebbe essere Molinaro, mentre a destra ci sarà l’inamovibile Cassani. I dubbi maggiori vengono dal centrocampo, perchè Acquah, Gargano, Marchionni e Parolo si giocano i tre posti a disposizione. La sensazione è che sarà ancora una volta Gargano a sedersi in panchina, anche se Donadoni potrebbe scegliere di non privarsi dell’esperienza dell’uruguaiano che però, almeno per quello che si è visto nelle ultime settimane, è il meno in forma. Davanti Amauri è recuperato, ma dovrebbe sedersi in panchina. Sarà infatti Cassano ad illuminare l’attacco crociato, accompagnato da Biabiany e Schelotto che garantiscono un’ottima copertura sulle fasce in fase difensiva. Proprio questo sembra il motivo per il quale il brasiliano si dovrebbe sedere in panchina: con lui al centro dell’attacco, e Cassano defilato sulla sinistra, mancherebbe una copertura necessaria su quel lato, anche se un’opzione potrebbe essere quella di schierare Gobbi e mantenerlo basso, togliendogli la licenza di spingersi in avanti.

L’Editorialista

BALLOTTAGGI
Molinaro 70% – Gobbi 30%
Acquah 60% – Gargano 40%
Schelotto 70% – Amauri 30%