TEST IN FAMIGLIA – 1-0 ALLA BERRETTI – AGOSTINHO CA’ SOTTO ESAME: AVRA’ CONVINTO IL PARMA?

Dopo la seduta mattutina, al termine della quale ha parlato Yves Baraye (leggi qui), il Parma questo pomeriggio si è diviso in due gruppi. Chi ha giocato sabato a San Benedetto del Tronto ha svolto una seduta differenziata, mentre tutti gli altri hanno giocato un’amichevole contro la Berretti allenata da Stefano Morrone. I crociati hanno vinto 1-0 la sfida durata 60′ (due tempi da circa 30′) grazie ad una rete di Guazzo su assist di Baraye: entrambi durante la gara hanno colpito un palo.

Apolloni ha schierato un 4-4-2 con Messina e Ricci terzini e la coppia Benassi-Saporetti in mezzo; Melandri e Baraye gli esterni di centrocampo, con in mezzo agostinho-caSimonetti ed Agostinho Cà dietro alle due punte Guazzo e Mastaj. C’era una discreta attesa per vedere il centrocampista portoghese, in prova ormai da due settimane. In questi giorni lo staff tecnico crociato gli ha fatto svolgere parecchio lavoro atletico per provare a rimetterlo in condizione, vista la lunga inattività (non ha praticamente giocato nessuna partita ufficiale nelle ultime tre stagioni). Difficoltà, le sue, che si sono intraviste anche nel test odierno, dove è apparso poco mobile e poco incisivo. Qualche bel lancio, un paio di palloni recuperati, ma considerato l’avversario da un lato è difficilmente giudicabile, dall’altro la sensazione è che ci sia ancora molto da lavorare.

Ora ovviamente la palla passa alla società, che comunque ha deciso di visionare a lungo e da vicino il giocatore. Lo stesso Apolloni alla vigilia di Sambenedettese-Parma aveva detto che la gara di oggi sarebbe stata importante ai fini della decisione sull’eventuale tesseramento del giocatore che, essendo nato nel ’93, andrebbe a coprire l’ultimo slot disponibile per gli Over. Lo staff tecnico avrebbe comunque apprezzato le doti messe in mostra durante il suo periodo di prova. Tocca dunque a Minotti, Galassi ed Apolloni prendere una decisione nei prossimi giorni. Tesserare Agostinho Cà o attendere il mercato invernale? Lo scopriremo nei prossimi giorni.