E’ UN SUPER FANTANTONIO: “IL PARMA E’ IL MIO BARCELLONA. LA VICENDA UEFA? UN’INGIUSTIZIA SCHIFOSA”

Una conferenza show quella di Cassano a Collecchio. Tanti, tantissimi spunti: dall’Italia al Parma, da Prandelli alla vicenda legata alla Licenza Uefa, dalle dimissioni di Ghirardi alle critiche a Paletta. E come sempre le attenzioni si spostano completamente su quello che FantAntonio ha da dire, senza filtri, senza limiti.

cassanoooEcco le parti salienti della sua conferenza stampa:

Le voci su di me ai Mondiali? E’ gente che si vuole fare pubblicità alle spalle della gente. E’ una delle poche volte nella mia vita in cui non ho fatto casino, ma va bene, ho le spalle larghe, se vogliono parlare male di me che lo facciano. Io facevo gruppo con tutti, in particolar modo con Buffon. Anzi, la notte mi veniva a bussare per ridere e scherzare. Però qualcuno si è voluto divertire lanciando fango su di me, ma non hanno capito che a noi non cambia nulla. Qualcuno si è divertito, ma sarà qualche sfigato… Prandelli? Io posso solo ringraziarlo, anzi, è l’Italia che lo deve ringraziare per il lavoro che ha fatto in quattro anni. Per due anni non sono stato chiamato, lui con me si è comportato benissimo, io con lui, e la colpa è di tutti. Qualcuno ha esagerato tremendamente con le critiche, ma in Italia devono sempre trovare un colpevole. Il bicchiere rotto? Secondo me qualcuno quel bicchiere se l’è bevuto, ma di vino… Si sono inventati una cavolata terribile. Io con Gigi avevo un bellissimo rapporto, e già all’inizio ho detto a lui che per rispetto dei miei compagni non volevo deluderli. Si sono inventati tante di quelle cose per fare lo scaricabarile. Hanno buttato tutto su di me, pensando che io sarei sbroccato, ma hanno fatto un autogol“.

La Sampdoria? Rimarrò al Parma al 100% perchè qui sto divinamente. Ho promesso a Leonardi che sarei rimasto a Parma, ho avuto qualche problema in passato ma tutto qui, chiuderò la mia carriera a Parma. Sono molto contento che ci siano Leonardi e Donadoni, sono due persone fondamentali. Se una delle due avesse deciso di cambiare aria… Ma a me piace molto la città, e anche la gente, “un po’ snob” come me, quindi qui sto benissimo. Il mio obiettivo per quest’anno? Dopo che ci hanno fatto fuori dall’Europa League, io ho uno stimolo molto grande, ovvero andare a riprenderci quello che ci hanno tolto. Ci hanno negato un sogno, ma io per questo sono molto più stimolato. Voglio che quando le squadre vengano a giocare qui trovino un inferno, con l’ambiente dell’ultima gara contro il Livorno”.

tweetritornonazionaliQui ho trovato gente per bene, mi fanno capire determinate cose quando sbaglio. Se vai allo scontro con me purtroppo si fa un frontale, e si fa solo casino. Io un leader per il Parma? Ho una grande personalità, e da quando ho iniziato a giocare ho sempre avuto responsabilità grandi. I leader sono quelli che si allenano sempre bene, che non rompono mai, e io non sono uno così. Lo può essere Lucarelli, o spero Cassani, ma io non posso essere leader. Io sono pronto ad aiutare questa società, questa gente, perchè ha avuto fiducia in me e io devo ripagare fino a quando chiuderò la carriera. Io dipendo molto dai miei compagni, perchè loro si sacrificano molto e fanno tanto per me. E’ il minimo che io possa aiutare a valorizzarli. Io voglio sempre il massimo, sono pesante, se vedo che abbassano l’intensità rompo le scatole. Poi è normale che renda di più il giocatore intelligente, come Parolo, o a suo tempo Pazzini. Ma il merito è tutto loro per la loro intelligenza e per le loro qualità”.

ghirardi-1Un messaggio a Ghirardi? Io penso che questa città deve essere grata a Ghirardi, perchè ha investito tantissimi soldi. Gli hanno tolto un sogno per errore di altre persone. Io spero che lui possa tornare sui suoi passi, altro non posso dire. Me lo auguro, perchè è una delle poche persone per bene nel mondo del calcio. Averlo come Presidente è importante per me. Se non vorrà tornare indietro però abbiamo Leonardi, che come dico sempre con un fazzoletto ti compra la Casa Bianca. Non capisco perchè non sia in una grande squadra, ma per me sono contento. Io sono convinto che la società può fare altre cessioni, ma una cosa è certa: Leonardi si inventerà qualcosa, come sempre, perchè fa sempre squadre molto buone. Questo è l’ultimo dei miei problemi. Mi auguro solo che possa rimanere Paletta, poi per il resto possiamo tamponare il problema. Paletta con Barzagli è il miglior difensore d’Italia. Come ha vissuto i giorni dopo l’esordio con la Nazionale? E’ un grandissimo ragazzo, la cosa schifosa è che quando si fa una partita normale, perchè ha fatto qualche errore ma come tutti, e non ha una buona stampa, poi ti attaccano. Se fai il lecchino dei giornalisti va tutto bene, se invece non lo fai, come nel caso di Paletta che è un bravo ragazzo, ti attaccano. Belfodil secondo me ha grandissime qualità, dipende solo da lui. Se da continuità avremo fatto un acquisto straordinario”.

Rispetto al giorno del raduno dell’anno scorso sono tornato con 5 kg in meno, sono sulla strada giusta. Ora devo recuperare il lavoro degli altri, e poi sarò a posto. Leonardi sa che io ho avuto un’offerta molto importante dagli Emirati, di tre anni. A me non cambia niente, quando smetterò di giocare a calcio potrò vivere senza nessun tipo di problema. I soldi non fanno la felicità. La felicità per me è Parma, per me è come il Barcellona, non mi cambia nulla. Voglio stare bene in una città, e qui sto divinamente, e non ho motivo di cambiare. Se poi faccio qualche cazzata e mi cacciano… Non lo so, ma io sto bene qui. Dovremo essere più arrabbiati dell’anno scorso perchè c’è stata un’ingiustizia schifosa nei nostri confronti. Se arriveremo sesti avremo fatto un altro miracolo, ma l’idea mia è quella di mettere in difficoltà tutti i nostri avversari. Cassani? Mi auguro di cuore che torni, perchè è un ragazzo straordinario, uno dei leader dello spogliatoio dell’anno scorso, e mi auguro che possa tornare“.