LA STILISTA RISPONDE AI BOYS: “NON È NEL MIO INTERESSE RUBARE, SONO PER IL GIOCO DI SQUADRA. SIAMO IN SERIE D…”

Dopo il comunicato che i Boys hanno diffuso ieri, intitolato Fuori i mercanti dal Tempio” (clicca qui per leggere) è arrivata anche la risposta di Stefania Ceccolin, in arte Stefy Go, la stilista presa in causa dal gruppo ultrà all’interno del proprio messaggio.

La mail, inoltrata anche agli stessi Boys, ci è stata inviata questo pomeriggio, e la pubblichiamo qui di seguito:

“Buonasera, tramite Facebook ho letto e preso atto di quanto avete comunicato in data odierna, la Stilista e comunque la Persona Imprenditrice e non Mercante e’ la sottoscritta! Stefania Ceccolin nata a Parma e che vive a Parma. Mi spiace aver creato del subbuglio, non era e non è nel mio essere… e nemmeno nel mio interesse… rubare!

stefi-goGli articoli che ho realizzato portano il mio Logo, come Voi avete il Vostro da sempre. I tifosi del Parma sono tanti, come i Boys e come tanti che vanno in curva. Il Parma e’ in serie D..sta ritornando su ed io ho voluto proporre un qualcosa di diverso. Per spingere x dare entusiasmo come è stato negli anni 90… quando pure io, essendo allora molto  giovane, partecipavo.

Pago il biglietto per ogni volta che vengo allo stadio Tribuna o Curva che sia…! Mi diverto e porto ragazze, donne a rivedere e a rivivere…il gioco del Parma. Sono una donna sportiva, non specializzata di calcio! Ho sempre venduto fuori dallo stadio… chiedendo i permessi sia a Valdagno che a Forlì ai responsabili del merchandising.

A Parma in curva non ho mai venduto all’interno, sempre fuori dallo stadio. I miei articoli piacciono ad una nicchia dei tifosi..anche ad alcuni Boys, non ho mai obbligato o fatto pubblicità discriminatorie verso altri…!!! Ki propone i miei articoli perchè sono miei amici e tifosi del Parma.

Il passamontagna e’ diverso dal Vostro...il mio e’ piu’ un gift..da merocrociato, Parma e’ crociato.!!! Striscioni non ne ho e non ho mai esposto pubblicità nei vari stadi. Sono una Donna, un’imprenditrice leale, conosco le regole del gioco e non voglio pestare i piedi a nessuno. Essere giudicata ed additata come Mercante che si riempie le tasche utilizzando la Curva Nord, è indecente. Anzi sono per il gioco di squadra. Spazio vi e’ per tutti siamo in D..!!!

Ho fatto un errore senza volere, non ho mai parlato con Voi. D’altronde sono solo 2 mesi! Sono disponibile ad avere un incontro presso la Vs. sede Per chiarirci di persona!!”.