SQUADRA GIOVANE CHE FATICA A SEGNARE – DA IORIO A SPINALE: SCOPRIAMO IL VILLAFRANCA VERONESE

Il Parma domani affronterà nel suo esordio casalingo il Villafranca Veronese, squadra che lo scorso anno ha disputato il girone B, ovvero il lombardo, dominato dal Castiglione. L’allenatore è Sauro Frutti, fautore della rimonta che ha permesso ai veneti di conquistare un’insperata salvezza nella scorsa stagione: subentrato a febbraio, ha raccolto 22 punti in 11 gare, portando il “Villa” a terminare la stagione al tredicesimo posto.

Nella cavalcata targata Frutti c’è stata anche una vittoria decisamente simbolica: il 3-2 strappato con i denti in casa del Lecco (che ha terminato la stagione al secondo posto) è l’esempio lampante di una squadra che avrà pure i suoi limiti, ma che punta a giocare a viso aperto senza paura. Il Villafranca Veronese è di sicuro una villafranca-pregarasquadra molto giovane, anche se conta con una spina dorsale esperta: al centro della difesa c’è Angelo Iorio, classe ’82, che in carriera si è diviso tra Genoa, Cremonese, Piacenza e Grosseto in Serie B. A centrocampo c’è invece Manuel Spinale, 375 presenze in 12 stagioni con la maglia del Mantova. Le brutte notizie per i veneti arrivano però dall’infermeria, visto che Hanine (’90), una delle due punte titolari, anche questa mattina ha svolto un allenamento differenziato, e con ogni probabilità sarà assente e non potrà essere della partita. Problemi anche per l’altro centravanti, Davide Scarpa (’94), che è tornato ad allenarsi con i compagni dopo un infortunio, ma partirà probabilmente dalla panchina. Proprio dall’attacco nascono le preoccupazioni dei tifosi della squadra ospite, visto che è un po’ il punto debole di una squadra, il Villafranca Veronese, che fa davvero molta fatica a segnare.

Secondo le indiscrezioni della vigilia, Mister Frutti confermerà il 3-5-1-1 visto anche nella pesante sconfitta casalinga (5-1) contro il Forlì. Nell’ultimo allenamento il tecnico romano ha schierato in difesa Belfanti (’95), prodotto del Settore Giovanile del Verona che ha collezionato 34 presenze in Serie D nelle ultime tre stagioni, Tonini e Iorio. A centrocampo Avanzi (’91), 186 partite e 14 reti con la maglia del Villafranca nelle ultime sei stagioni; Antinori (’93), 59 presenze e 5 gol in tre stagioni in Serie D, Spinale, Cecco (’94), prodotto del vivaio del Chievo alla seconda stagione con il Villafranca, e Tanaglia, centrocampista prelevato dal Legnago Salus. Il duo offensivo, visti i problemi fisici di Hanine e Scarpa, dovrebbe essere formato da Ghezzi, attaccante classe ’88 ha in precedenza vestito le maglie di Pro Vercelli, Novese, Seriate e Caravaggio, e Vincenzi, giovane classe ’96. In porta, per finire, potrebbe giocare Cantamessa e non Baciga.