SIMONETTI: “L’ALTOVICENTINO NON MOLLA, MA NOI DOBBIAMO FARE LO STESSO” – VIDEO

Poco prima della consueta amichevole in famiglia del giovedì, Lorenzo Simonetti ha parlato con la stampa della prossima gara contro la Virtus Castelfranco, analizzando anche la situazione dei crociati dopo la vittoria dell’AltoVicentino di domani.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

L’AltoVicentino non sta mollando di una virgola, ora è a -4, però noi abbiamo una partita in meno da recuperare tra due domeniche quindi vincendo il distacco rimarrebbe sempre lo stesso di prima. Dobbiamo continuare solamente ad allenarci come stiamo facendo, preparando le gare ogni settimana, il resto verrà da sè. Sicuramente per la Serie D anche l’AltoVicentino è una grande squadra, se togliamo gli scontri diretti fino a ieri sarebbe stato a -1 da noi. Loro non mollano, noi dobbiamo fare lo stesso: non mollare e rimanere concentrati sul nostro obbiettivo, che è quello di andare in Lega Pro. La Virtus Castelfranco? All’andata sappiamo tutti quello che è successo, con l’infortunio di Longobardi. Ci siamo simonetti-pre-virtusdetti che dobbiamo pensare a giocare, ci vogliamo vendicare ma sul campo attraverso il gioco, facendo la nostra partita e vincendo. Contro il Romagna Centro ci sarà il campo sintetico? L’abbiamo già affrontato a Bellaria, certamente il campo è diverso, il rimbalzo della palla è tutta un’altra cosa. Abbiamo anche noi dei sintetici qui, quindi prepareremo la partita a Collecchio per abituarci un po’ ai cambiamenti del terreno. Come mi sono trovato nel centrocampo a rombo domenica scorsa? Negli anni passati ho quasi sempre fatto la mezz’ala, ma mai con un rombo, piuttosto con un 3-5-2 con gli esterni ed il modo di giocare è diverso. Secondo me abbiamo fatto una buona partita, nel primo tempo abbiamo tenuto molto la palla, poi non è mai facile perchè le squadre si chiudono dietro e trovare spazi è sempre un po’ difficile. La palla l’abbiamo avuta quasi sempre noi, ci abbiamo provato e secondo me abbiamo fatto bene. L’AltoVicentino crea molte occasioni da gol, a differenza del Parma? Secondo me il girone di ritorno è sempre più difficile, le squadre iniziano a conoscerci, sanno qual è il nostro modo di giocare. Magari quando giocano contro di noi le squadre si chiudono dietro, mentre contro l’AltoVicentino provano a giocarsi la partita, e a loro risulta più facile creare occasioni. Se vincerà la miglior difesa o il miglior attacco? Di solito si è sempre detto che i campionati li vince chi ha la miglior difesa, speriamo che anche quest’anno si ripeti questo trend. I giovani che possono trovare spazi se arriverà la promozione matematica? Il nostro obbiettivo è quello di vincerle tutte, e secondo me sarebbe bello se la matematica ci desse la promozione prima sarebbe comunque bello chiudere da imbattuti. Poi non so se il Mister deciderà di far giocare i più giovani ben accetto, però sarebbe bello chiudere senza perdere alcuna partita. Il mio idolo? Iniesta del Barcellona, è un giocatore che di testa è sopra agli altri di una o due categorie”.