TRA SENSIBILITA’ E RISATE L’ASTA BENEFICA E’ UN SUCCESSO: RACCOLTI 8500€

astastendardiIeri sera nel Centro Direzionale di Collecchio, che anche quest’anno è la sede del ritiro del Parma, si è svolta la serata benefica intitolata “Pensa Pulito“, organizzata dalla Vorwerk Folletto assieme alla Pietro Leonardi Onlus e al Parma Fc. E’ stata un’occasione per mettere all’asta le magliette indossate dai calciatori crociati durante Parma-Inter (sulle quali campeggiava il nome di Gabriele Tarenzi, sul braccio orizzontale della croce) con i relativi stendardi disposti al centro del campo prima dell’inizio di quella gara, raccogliendo così dei fondi per finanziare i progetti della Onlus dell’Ad crociato, da sempre sensibile verso i piccoli calciatori provenienti da situazioni disagiate e difficili.

asta1Durante la serata, alla quale ha preso parte anche il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti, c’è stato spazio anche per qualche siparietto divertente. L’asta si è svolta nella Sala Stampa del Centro Direzionale, con la presenza di alcuni giocatori del Parma e di Mister Donadoni. Il ruolo di banditore d’asta d’eccezione è stato affidato a Sandro Piovani, anche se il martello che è stato poi utilizzato dal giornalista della Gazzetta di Parma è stato subito preda di Lucarelli, che ha voluto scherzare fin da subito: “L’udienza è tolta!” ha annunciato tra il serio ed il faceto, suscitando l’ilarità dei presenti. Anche Cassano ha strappato più di qualche sorriso quando Piovani ha annunciato l’asta relativa alla maglia di Lucarelli: é la maglia numero 8” ha detto Sandro, volendo annunciare l’ottava maglia che veniva battuta dall’inizio dell’asta. Ma quale 8, oh, Lucarelli ha il numero 6!” ha tuonato FantAntonio da dietro le spalle di Piovani. Lucarelli ha poi scherzato con chi si è aggiudicato la maglia e lo stendardo di Galloppa per 500€ (State buttando via i soldi” ha detto ironicamente), con il centrocampista romano che invece non solo ha apprezzato (“Oh, c’è qualcuno che capisce di calcio…”), ma in più si è seduto ad osservare l’asta a fianco di colui che poco prima si è impegnato nel versare quell’importante cifra. La maglia e lo stendardo autografato di Cassano sono stati i più pagati, avendo raggiunto la cifra di 700€.

asta3Al termine dell’asta Pietro Leonardi ha messo a disposizione anche la maglietta del Barcellona di Alexis Sanchez, donata personalmente dal calciatore cileno appena passato tra le file dell’Arsenal. A cercare di aggiudicarsi la maglia azulgrana, a sorpresa, ci ha provato anche Felipe, che ogni tanto spuntava da dietro la porta e alzava la mano, facendo salire così il prezzo fino a 750€.

Il ricavato totale è stato di 8500€, consegnati metaforicamente attraverso un assegno gigante a Pietro Leonardi. Lo stesso Direttore era riuscito in precedenza a motivare i presenti anche per le uniche due maglie che al primo giro non avevano ricevuto offerte, quelle di Gargano e Molinaro: la presenza dell’Ad crociato ha magicamente risvegliato i partecipanti all’asta che si sono aggiudicati maglia e stendardo di Gargano per 350€, mentre il “kit” di Molinaro è stato battuto per ben 600€.

astacassanoshirtEcco quanto è stato il ricavato da ogni maglia e stendardo battuti all’asta ieri sera:

Galloppa 500€
Felipe 250€
Gobbi 200€
Biabiany 300€
Acquah 200€
Gargano 350€
astasanchezMunari 200€
Lucarelli 600€
Mirante 550€
Molinaro 600€
Palladino 300€

Parolo 400€
Schelotto 200€
Marchionni 350€
Cassani 400€
Paletta 550€
Amauri 550€
Cassano 700€
Donadoni 550€
Alexis Sanchez 750€

Ricavato totale: 8500€