Sconcerti: “Il Parma ora è la vera candidata per l’Europa”

Diventa difficile anche per quei media abituati a “snobbare” le squadre “minori”, concentrandosi solo su Juventus, Roma, Milan, Napoli, Inter e compagnia, non sottolineare il campionato fantastico del Parma di Donadoni. Sulle frequenze di Sky ha speso parole di elogio nei confronti dei crociati anche Mario Sconcerti, che a dire il vero è uno dei giornalisti più attenti nei confronti anche di quelle squadre che non fanno parte del solito “lotto”.

sconcertiEcco cos’ha detto Mario Sconcerti, che ha parlato del Parma, e anche della mancata convocazione di Mirante in Nazionale:

“Tra le inseguitrici, il Parma è forse la squadra maggiormente accreditata ad andare in Europa. E’ facile avere buone parole per il Parma. Ha una rosa che, se analizzata uomo per uomo, dispone di giocatori molto importanti, e non mi riferisco solo a Cassano, che conosciamo nei pregi e nei limiti. Ad esempio il cambio di passo del Parma è avvenuto esattamente nel momento in cui Amauri ha ritrovato condizione e gol. L’italo-brasiliano – riporta ParmaLive.com – oggi è un giocatore fondamentale nel Parma, perché pesa sia fisicamente che sotto il profilo tecnico. Poi c’è Biabiany che è un fior fior di giocatore, un attaccante da grande squadra. A volte pecca un po’ di continuità durante la partita, ma ciò perché è uno scattista, e ad uno scattista non si può chiedere di fare venti scatti a partita. Altri ottimi giocatori sono Parolo, Paletta e Lucarelli. Un ottimo portiere, tra i migliori d’Italia, è Mirante. Se non fosse un signore già con qualche avventura alle spalle sarebbe tra i tre portieri della Nazionale. Dal punto di vista del rendimento, non è inferiore a Perin, che però ha dieci anni in meno. Il Parma è una grossa realtà, soprattutto in un campionato come questo dove c’è omogeneità e mancano i fuoriclasse. I ducali hanno tanti giocatori vicini ad essere dei campioni, e qualcuno lo è già.