Schelotto: “Se segnerò questa volta esulterò alla grande”

Sassuolo-Parma, in programma domenica alle 15, è una sorta di partita degli ex: sono tantissimi, infatti, ad aver vestito entrambe le maglie, senza poi pensare anche al fatto che sulla panchina del Sassuolo c’è Malesani, ex tecnico gialloblù. Nelle file del Parma uno dei protagonisti sarà Ezequiel “Galgo” Schelotto, che a Sassuolo è arrivato in estate per poi approdare nel Ducato un mese e mezzo fa. Ai microfoni di Parma Channel ha parlato delle sue sensazioni prima del derby, dando ancora uno sguardo a quello che è accaduto a Bergamo.

schelottoEcco le sue parole:

Per me sarà una partita come le altre, non guardo il passato, guardo il presente, e in questo momento io sono molto contento di indossare la maglia del Parma, e sono contentissimo di come mi sono inserito in questo mese e mezzo. Sicuramente troveremo una squadra diversa rispetto a quella che conosco io, perchè hanno un nuovo allenatore e hanno fatto degli acquisti importanti. Sicuramente gli mancano i risultati, in casa è una squadra che vuole vincere davanti al suo pubblico. Vengono da alcune partite in cui hanno dimostrato di avere delle difficoltà, ma noi non dobbiamo pensare a quello. Stiamo lavorando molto bene, Donadoni ci sta caricando tantissimo, noi gli stiamo rispondendo sul campo e le cose stanno andando bene perchè abbiamo fatto dei punti importanti. Domenica dovremo proseguire su questa strada”.

I tifosi del Sassuolo? La forza del Sassuolo sono stati sicuramente i tifosi, fino a questo momento. Hanno fatto tanti abbonamenti al loro primo campionato in Serie A. Ci troveremo in uno stadio in cui ci saranno moltissimi tifosi, ma noi siamo vicini e da Parma arriveranno in molti. Sarà un derby, giochiamo a Reggio Emilia, sarà una bella partita. Abbiamo bisogno dei nostri tifosi, e speriamo di portare a casa i tre punti e tornare a casa con un bel sorriso. Per il Sassuolo è il primo campionato in A, hanno acquistato dei giocatori importanti. Gli manca forse un po’ di lucidità negli ultimi 16 metri, al di là del fatto che se vediamo i singoli hanno giocatori importanti come Cannavaro, Floro Flores, Brighi, Biondini… Tutti giocatori che hanno collezionato più di 300 presenze in Serie A. Noi dovremo sfruttare la loro sterilità offensiva per ripartire e fare gol“.

schelottospillaMi sono inserito alla grande, la squadra mi ha accolto con le braccia aperte, anche il Mister. Vedo un gruppo molto unito, e la nostra forza è proprio il fatto che ci aiutiamo quando sbagliamo. Non ci dobbiamo distrarre, il campionato è ancora lungo, quindi dovremo essere uniti ed esserlo fino in fondo. Non guardiamo le altre squadre. Il campionato è ancora lungo, può succedere di tutto. Noi pensiamo a noi stessi, a fare più punti possibili. Il nostro obiettivo è molto vicino, la salvezza e i 40 punti, e dopo pensare al resto. Squadre come Verona, Torino e Inter stanno lottando per l’Europa League. Speriamo di riuscire a centrare il nostro obiettivo, e poi puntare sempre più in alto. Se penso di rifare “il gol dell’ex”? Spero di sì, quando fai gol sei molto contento. Contro l’Atalanta era la mia prima partita con la maglia del Parma. Questa volta esulterei, quella di Bergamo è stata una partita particolare. Io ero carico, ma lo stadio mi ha iniziato a fischiare senza senso, e io per quella maglia ho dato tutto. Ora però gioco con il Parma, se entrerò in campo prima di tutto cercherò di dare il mio contributo per questa maglia, se poi arriverà il gol esulterò alla grande”.