SCAVONE: “SIAMO UNA GRANDE SQUADRA CHE DEVE ANCORA ESPRIMERE TUTTO IL SUO POTENZIALE” – VIDEO

Il Parma quest’oggi è sceso in campo a Collecchio per una doppia seduta d’allenamento in vista della trasferta di San Benedetto del Tronto di sabato. Poco prima dell’allenamento pomeridiano ha parlato Manuel Scavone, che ha fatto il punto della situazione.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del centrocampista crociato:

Secondo me veniamo da due partite positive al di là del risultato, però penso che abbiamo affrontato due squadre organizzate, forti per questo campionato ed abbiamo portato a casa tre punti sia in trasferta a Pordenone e poi dando continuità in casa dimostrando la nostra forza con un secondo tempo buono, dove abbiamo schiacciato l’Albinoleffe nella loro metà campo avendo anche l’occasione di fare il secondo ed il terzo gol. La parata del portiere sul mio tiro ravvicinato? È stata una bella parata, peccato perchè ci tenevo a fare gol ma pazienza, è stato bravo il portiere. Sarebbe stato bello trovare la mia prima rete con questa maglia, mi avrebbe fatto piacere. In classifica nessuna si stacca ma nemmeno rimane indietro? È un campionato equilibrato dove ci sono tante squadre che possono ambire alla scavonepromozione. Dobbiamo essere bravi a tenere il ritmo, a cercare di fare più punti possibili, a stare davanti con il gruppo che si giocherà alla fine il campionato. Ci sono tante squadre organizzate, forti, che possono centrare la promozione. Ci sono diversi moduli dove mi trovo bene e dove posso esprimermi al meglio. Al di là di questo mi sono sempre adattato a vari moduli, ho sempre cercato di dare il meglio. Il feeling con Giorgino e Corapi? Con Nocciolini esterno magari con Giorgino abbiamo più copertura dalla parte destra, ma sono letture che deve fare il Mister, e noi ci adattiamo e puntiamo a fare il meglio. Il gol? Speriamo arrivi presto, l’importante è creare tante occasioni, prima o poi il gol arriverà. Sono venuto qui con tanto entusiasmo, tanta voglia di fare bene e di raggiungere gli obbiettivi prefissati dalla società. Sono qui per mettermi a disposizione del Mister. La mancanza di cinismo? Credo che l’importante sia quello di creare le palle gol. Contro il Venezia ci siamo abbassati ed è stato un errore grosso, ma il rammarico è che nel primo tempo potevamo chiudere la partita. Normale che se rimani sull’1-0 al 90′ può capitare una mischia in area e prendi il pareggio. Dobbiamo crescere, diventare più cattivi e chiudere prima le partite, ma non sono cose che dobbiamo allenare, serve solo un briciolo di lucidità e di cattiveria in più per chiuderla. Sono qui con tante ambizioni per portare in alto questa squadra. Mi sto mettendo a disposizione del Mister e cerco di portare in campo quello che lui mi chiede. Siamo una squadra con tanti nuovi ragazzi, ci voleva un po’ di tempo per vedere il Parma vero, ora stiamo iniziando a macinare ma ci vuole ancora tanto lavoro per vedere il Parma che possiamo essere. Penso che siamo una squadra con un grosso potenziale che non ha ancora espresso il suo vero valore. La Sambenedettese? Se guardiamo la classifica ha una partita in meno e vincendo il recupero sarebbe prima in classifica. Sappiamo che è una squadra, forte, organizzata, ha un grande tifo e sappiamo che ci stanno aspettando e che sono consapevoli di affrontare il Parma, squadra contro cui tutti danno il massimo. Ma noi abbiamo l’atteggiamento giusto per cercare di andare lì e portare a casa dei punti”.