SAPORETTI: “SCALA CI HA DETTO CHE VINCENDO LE PROSSIME TRE GARE…” – VIDEO

Al termine dell’amichevole contro l’Arsenal Cervarese di oggi, che ha visto il Parma imporsi per 7-1 a Marore, è Lorenzo Saporetti a prestarsi alle domande dei giornalisti presenti.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del terzino crociato:

“Come sto dopo l’infortunio (che l’ha costretto ad abbandonare il campo in barella domenica, nda)? Già due giorni dopo il punto che mi han dato dopo la partita di domenica stavo bene, infatti per sicurezza non mi sono allenato ieri, ma oggi sono a disposizione. Siamo contenti di aver dato continuità, dispiace per il gol subito per una disattenzione. Io centrale di centrocampo? Credo che siano esperimenti fatti più per le assenze, perchè fare il mediano è bello, ma non è il mio ruolo… Gli assenti? Giorgino credo che abbia avuto dei piccoli problemi anche perchè ha giocato tutte le partite, Miglietta credo che stia già imagemeglio mentre Ricci ha preso due colpi alla caviglia quindi è fermo per precauzione, mentre Simonetti domani dovrebbe già tornare ad allenarsi. Ora ci sono tre partite belle, dure, ci sarà un bel tour de force, troveremo spazio un po’ tutti. Anche Scala è venuto a trovarci in spogliatoio e ci ha detto che se vinceremo le prossime tre gare saremo già un bel po’ in là… Tocchiamo ferro, speriamo di portare a casa nove punti. È sempre piacevole quando il Presidente viene a salutarci e a farci i complimenti, viene molto spesso, e ci dice sempre che metterà in vendita il suo trattore per pagare i premi che ci dà. Quindi ci sono anche dei premi? Si, ogni tanto… Io sono sempre a disposizione, mi piace giocare a calcio quindi dovunque mi metta il Mister per me va bene. Oggi ho provato a fare il mediano ed è un po’ il ruolo opposto al mio, perchè devi avere i piedi buoni… Dopo l’eliminazione in Coppa c’era del rammarico, perchè siamo andati a perdere ai rigori una gara di fronte comunque a molti nostri tifosi, e sappiamo la rivalità con le squadre reggiane. Dispiace aver perso ai rigori, ma il calcio è anche questo. Cerchiamo di voltare pagina ed andare avanti”.