SAPORETTI: “NON SONO ANCORA AL TOP. CONTENTI PER I SOLI DUE GOL SUBITI, MA DOBBIAMO STARE PIÙ ATTENTI” – VIDEO

Nella difesa crociata che ha subito solo due reti in sei gare di campionato, entrambe su rigore, c’è anche Lorenzo Saporetti, partito in sordina anche per un problema al ginocchio, ma che si sta ritagliando il suo spazio in questo inizio di stagione.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole, raccolte dal nostro microfono:

I soli due gol subiti in campionato? Siamo contenti di essere una delle migliori difese del campionato, abbiamo subito gol su azione solo in Coppa Italia, ci dispiace però aver subito quei due gol su rigore, penso ci stiano ma dobbiamo essere più attenti in certe situazioni. Le indicazioni che il Mister mi dà quando mi schiera terzino sinistro? Il Mister mi dice di stare tranquillo e di fare quello che so fare. Non essendo il mio ruolo cerco di adattarmi, una gran mano me la danno Lucarelli e Cacioli, in alcuni movimenti e nelle coperture, mi aiutano molto. Per il resto faccio un po’ il terzo centrale perchè nella spinta non ho troppa gamba, ma cerco di dare una mano. La concorrenza in attacco? Ci stiamo allenando bene, riportiamo in partita quello che proviamo in allenamento, siamo sempre competitivi, c’è sana competizione saporetti-clodiensee finchè c’è si può andare lontano. Gli Under in Serie D sono quasi fondamentali. Se si ha una rosa con degli Under forti puoi arrivare sicuramente in alto. Sono uno degli Under che finora ha giocato 4 partite su 7, sono contento, e anche se mi posso interscambiare con Ricci penso che stiamo facendo bene tutti e due. È una gioia, quella di essere stato impiegato con una certa frequenza, ma come dicevo ad inizio stagione da centrale, ovvero il mio ruolo, è dura, perchè ho giocato lì solo la gara di Coppa Italia quando Lucarelli era fuori e per far riposare un po’ Cacioli. Il ruolo di terzino l’avevo fatto quattro anni fa a Cesena, mi trovo bene, pensavo peggio, però non è proprio il mio ruolo. Credo di essere al 70% perchè mi porto dietro un fastidio al ginocchio, non riesco a spingere come vorrei, non sono ancora al top. La Clodiense? Sappiamo che in trasferta è difficile, contro squadre chiuse. Dobbiamo essere più concentrati, evitare la frenesia che abbiamo avuto a Mezzolara, cercare di giocare la palla e penso che i gol arriveranno”.