SAN MARINO-PARMA – CARRA: “NON È VERO CHE ABBIAMO RIFIUTATO TUTTE LE PROPOSTE”

Dopo le parole di Mancini e Giannini, e non ci riferiamo alla coppia d’attaccanti degli anni ’90, bensì al Presidente e al Direttore Generale del San Marino, è arrivata anche la replica del Parma, sempre sulle frequenze di San Marino Tv.

Ecco le parole di Luca Carra, consigliere delegato di Parma Calcio 1913:

“Volevamo intervenire per chiarire alcune cose perchè le ultime dichiarazioni che sono uscite parlano di favole o tendono a generare confusione. Per quanto riguarda l’organizzazione della partita San Marino-Parma che doveva svolgersi domenica 15 novembre alle 14:30, l’organizzazione spetta ovviamente al San Marino. Non è vero che abbiamo rifiutato tutte le possibilità di spostare questa partita, abbiamo semplicemente detto di no ai due posticipi alla domenica sera e al lunedì sera per motivi molto semplici: la domenica sera è impensabile giocare a sole due ore di distanza dalla partita della Nazionale, perchè soprattutto in caso di mal carra-calendaritempo il campo non sarebbe in condizioni accettabili. Il lunedì sera ovviamente sia per un discorso di condizioni del campo perchè sarebbero passate solo 24 ore dalla fine dell’altra partita, ma soprattutto per il rispetto nei confronti dei nostri tifosi. Abbiamo diecimila abbonati che ci seguono in quasi tutte le trasferte in maniera molto corposa, e non ci piacerebbe non dare loro la possibilità di seguirci anche in questa partita, che è una di quelle più importanti del campionato. Avremmo accettato tranquillamente di giocare al Mapei Stadium, avevamo già dato la nostra disponibilità, così come accetteremo altre soluzioni che vorranno proporci per la partita della domenica pomeriggio. Lo stadio di Rimini a noi andrebbe benissimo, come immagino che a San Marino sappiano benissimo il Rimini ha ottenuto l’omologazione dalla Federazione, e già domenica disputerà la prima partita in casa, mentre la settimana successiva il Rimini giocherà in trasferta a Carrara, quindi lo stadio di Rimini sarebbe disponibile. Tra l’altro pochi minuti fa abbiamo ricevuto una comunicazione dalla direzione generale del San Marino, in cui si diceva che si sarebbe giocato di lunedì sera dopo un nostro assenso che però noi non abbiamo mai dato, anzi. Stavamo cercando di parlare con la Federazione per capire se era possibile fare un’inversione di campo che purtroppo ci è stato detto non essere possibile”.