SAMPDORIA-PARMA 1-1 – Un Parma “Diesel” strappa un punto a Marassi

IMG_0201

Nella conferenza stampa della vigilia Donadoni aveva annunciato che sarebbe servito un agonismo feroce contro una squadra come la Sampdoria che ha nel dna la capacità di arrivare sempre prima sulle seconde palle. Nonostante le premesse il Parma impiega un tempo per capire l’antifona e di fatto subisce la fisicità e la corsa della squadra di Mihajlovic per tutti i primi 45‘, fatto salvo per una quindicina di minuti a metà frazione. Primo tempo nel quale la Sampdoria riesce anche a passare in vantaggio con un gol di Eder, al 43’, dopo un parapiglia in area crociata. Nel secondo tempo però il Parma scende in campo con un’altra mentalità, e di fatto cambia volto, difettando di precisione nella manovra però gettando in campo tutto quello che ha. Primo tra tutti Capitan Lucarelli, che dopo aver recuperato una miriade di palloni riesce a raddrizzare il match con un colpo di testa al 63′. Gli uomini di Donadoni però non si sono accontentati e hanno provato a raggiungere la vittoria, rischiando qualcosa sui contropiedi avversari, ma dimostrando che la partita avrebbe preso un’altra piega se affrontata allo stesso modo per tutti i 90′. Quello di oggi è comunque un buon punto in un campo difficile contro una squadra ostica, ben schierata dal tecnico serbo. Ora la pausa, si tornerà in campo al Tardini il 6 gennaio contro il Torino.

LE FORMAZIONI: Donadoni decide di puntare ancora su quel 4-3-3 che tanto bene ha reso sia al San Paolo che a San Siro. Rispetto alle previsioni non c’è Mendes, ed è Felipe a sostituire Paletta. Amauri invece è chiamato a reggere l’attacco, accompagnato da Sansone e Biabiany. Mihajilovic invece punta sul 4-2-3-1 che gli ha permesso di dare una scossa alla squadra soriana. Con Gabbiadini squalificato è Sansone (omonimo del Nicola crociato) assieme a Krsticic e Soriano ad appoggiare l’unica punta Eder.

IMG_0200IL FILM DEL PRIMO TEMPO

9′ – Le due squadre provano ad attaccare ad intermittenza anche se con scarsi risultati. Nel frattempo splendido colpo d’occhio della curva doriana.

11’ – Felipe compie un retropassaggio che prende Mirante di sorpresa, per fortuna il portiere crociato è lesto nel raggiungere la palla prima che la stessa entrasse in porta per il più clamoroso degli autogol.

18′ – Il Parma si fa coraggio e prova a controllare maggiormente il match. Sono i crociati a farsi vedere di più in avanti, con la Samp che si limita a contenere.

21′ – Sulla punizione scaturita dal fallo di Gobbi, ci ha provato Sansone, pallone di poco a lato deviato da Mirante.

23’ – Bel lancio di Marchionni, pallone per Amauri che prova a servire Biabiany posizionato sul dischetto del rigore, salva però un difensore blucerchiato.

30′ – Dopo una serie di attacchi della Sampdoria la partita è tornata in equilibrio, con il Parma che però fatica a trovare una continuità di gioco convincente.

36′ – Sansone si accentra dal lato sinistro, salta un avversario e prova il tiro, alto di poco.

38’ – Parolo ci prova da fuori, il tiro è un missile diretto in porta ma viene respinto da un difensore.

43’ – La Sampdoria passa in vantaggio. Punizione dalla tre quarti, parapiglia in area crociata con il pallone che sembra un flipper, alla fine finisce tra i piedi di Eder che batte Mirante a pochi passi dalla porta.

45’ – L’arbitro non concede recupero e manda le squadra negli spogliatoi per l’intervallo. A centrocampo si scatena una piccola rissa tra alcuni giocatori, subito però sedata dalla terna arbitrale.

NuovaimmaginecontesteevidenzaIL FILM DEL SECONDO TEMPO

1’ – Le squadre entrano in campo con gli stessi undici del primo tempo.

11’ – Entra Palladino al posto di Biabiany. Tutto lo stadio fischia l’ingresso dell’ex genoano, al quale non è mai stato perdonata un’esultanza dopo un gol nel derby.

18’ – Pareggio del Parma!!!! Corner di Palladino, colpo di testa di Capitan Lucarelli che si insacca all’angolino!

22’ – E’ Amauri a provarci da fuori, il pallone deviato spiazza Da Costa ma esce alto di poco!

25’ – Gobbi scivola clamorosamente a centrocampo, la Sampdoria si lancia in contropiede, in situazione di due contro due, ma per fortuna spreca malamente.

26’ – Sansone ci prova dall’angolino, bravo Da Costa a respingere.

36’ – Azione confusa del Parma, che però riesce a servire Parolo che da solo davanti al portiere spreca in maniera incredibile tirando debolmente tra le braccia di Da Costa.

37’ – Ribaltamento di fronte, con Eder che da buonissima posizione tira verso la porta, trovando però un Super Mirante che respinge salvando il risultato.

41′ – Clamoroso a Marassi, il guardalinee si infortuna e dev’essere sostituito, al suo posto si posiziona il quarto uomo, scambiandosi di fatto di ruolo con il collega.

42′ – Incredibile errore difensivo del Parma con Parolo che prova ad uscire palla al piede dalla difesa, perde palla, e serve involontariamente un avversario. Il tiro per fortuna termina a lato.

51′ – Dopo 6′ di recupero l’arbitro fischia la fine. Sampdoria e Parma si dividono la posta in palio, a Marassi è 1-1.

L’Editorialista

IL TABELLINO

SAMPDORIA (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Regini; Obiang, Palombo; Eder (dal 90′ Bjarnason), Kristicic, Soriano (dal 79′ Pozzi); Sansone G (dal 62′ Wzsolek).
A disposizione: Fiorillo, Tozzo, Rodriguez, Costa, Gavazzi, Wszolek, Eramo, Maresca, Renan, Bjarnason, Pozzi, Petagna.
Allenatore: Mihajlovic.
PARMA (4-3-3): Mirante; Cassani, Felipe, Lucarelli, Gobbi; Acquah, Marchionni, Parolo; Biabiany (dal 56′ Palladino), Amauri, Sansone.
A disposizione: Bajza, Coric, Mesbah, Mendes, Benalouane, Kone, Valdes, Obi, Rosi, Palladino, Okaka.
Allenatore: Donadoni.

Arbitro: Di Bello.

Marcatori: 45′ Eder (S), 64′ Lucarelli (P).

Ammoniti: Palombo (S), Gobbi (P), Parolo (P), Sansone (P), Cassani (P), Mustafi (S).