SALERNITANA-PARMA 0-2 – MARCHIONNI ED AMAURI SPINGONO IL PARMA

Seconda serata di test per il Parma in questa trasferta campana. Dopo il triangolare di Avellino questa volta i crociati sono andati in scena allo Stadio Dirceu di Eboli contro la Salernitana, che per l’occasione si è presentata ai propri tifosi.

biabianybidaoui-1IL PRIMO TEMPO: Donadoni anche in questo caso ha optato per schierare due formazioni diverse, una per tempo. Nella prima frazione il Parma è sceso in campo con Mirante, Cassani e Mesbah sulle fasce, Felipe e Ceppitelli al centro; trio di centrocampo formato a Jorquera, Acquah e Ghezzal; Cassano falso nueve con Biabiany e Palladino ai lati. Il Parma, nonostante la grinta della Salernitana che di fronte ai propri tifosi aveva voglia di ben figurare, è sceso in campo con una grinta diversa rispetto a quella vista nella prima gara del triangolare di sabato sera. E a dimostrarlo, anche se non sono i gol (il primo tempo infatti è terminato 0-0), sono i legni colpiti dai crociati: prima Biabiany, al 15′, colpisce il palo dopo un’incredibile discesa di 80 metri, poi Palladino al 22′ ha graziato Gori, il portiere avversario. La Salernitana di certo non è rimasta a guardare, ed è stata una vecchia conoscenza del Parma a mettersi in mostra: Gabionetta, di proprietà della società ducale, è di sicuro il migliore in campo nelle file del club campano, dimostrando buone doti e numeri che per una squadra di Lega Pro sono sicuramente un lusso.

allenamento10-1IL SECONDO TEMPO: Nel secondo tempo, come detto in precedenza, è un altro undici a scendere in campo: Cordaz tra i pali, Mendes nell’insolita posizione di terzino destro con Gobbi a sinistra, con la coppia Lucarelli-Paletta in mezzo; Marchionni in cabina di regia, accompagnato da Galloppa e Ghezzal; in attacco Amauri con Belfodil e Bidaoui ai lati. Cambiano gli uomini ma la sostanza, per fortuna, non cambia. Sono infatti i crociati a cercare di portarsi in vantaggio, con Mauri e Bidaoui particolarmente attivi. E’ però un outsider a segnare il primo gol crociato al 19′: Marchino Marchionni inganna il portiere con una botta di destro, dopo essere stato servito da Bidaoui. Al 22′ Galloppa rischia di firmare il raddoppio, dimostrando il suo buon stato di forma, ma il suo tiro esce di pochissimo a lato. La stanchezza però si fa sentire, e i ritmi iniziano a calare. Al 37′ è però Amauri a chiudere i conti con un gol dei suoi: resiste alla carica di un difensore avversario e di destro batte il portiere avversario.

salernitanaparmaevidenzaaaUn match che ha dato segnali sicuramente incoraggianti, considerato che ad Eboli il Parma è entrato in campo con il giusto piglio, ha imposto il proprio gioco e ha cercato il gol a più riprese. Di fronte agli uomini di Donadoni c’era una Salernitana con Gabionetta sugli scudi, ma che non ha potuto fare nulla di fronte alle reti di Marchionni ed Amauri. Buone le prestazioni di Ghezzal, che si sta ritagliando sempre di più uno spazio importante in questo Parma che verrà, di Bidaoui, che sta confermando le sue doti sia atletiche che tecniche, ma nessuno ha demeritato.

Avanti così dunque, le gambe sono ancora pesanti ma il lavoro della squadra sta proseguendo nella direzione giusta.