ROMA-PARMA 4-2 – Troppa Roma per questo Parma

Troppa Roma per un Parma in emergenza: è questo il riassunto della gara giocata all’Olimpico. Un Parma decisamente migliore rispetto a quello visto nello stesso stadio contro la Lazio, anche se troppo pericolante in difesa, e incapace di prendere in mano il centrocampo contro una squadra nettamente più forte soprattutto dal punto di vista psicologico. I crociati ora devono dimenticarsi che se avessero messo in campo una prestazione simile solo 3 giorni fa, i punti in classifica sarebbero maggiori, e deve caricarsi in vista della sfida di domenica sera contro il Napoli. Il bicchiere, quindi, è mezzo vuoto (la difesa, priva di Paletta e Felipe, sta vivendo un momento decisamente infelice), ma anche mezzo pieno, visto che il Parma oggi, a differenza di quanto visto tre giorni fa, era in campo e ha provato a lottare. Ora sotto con il Napoli, per cercare di rialzare la testa.

formazioniromaparmaLA FORMAZIONE: Donadoni sorprende tutti e decide di schierare una formazione più “titolare” possibile. Un 4-3-3 agile, veloce, con la potenza di Amauri per cercare di far salire la squadra. In difesa è Molinaro ad adattarsi come centrale, al fianco di Lucarelli, mentre ai lati ci sono Gobbi e Cassani. Centrocampo a tre, con Marchionni e Parolo che non riposano, ed Acquah al loro fianco. Davanti Amauri è accompagnato da Schelotto e Biabiany.

LA PARTITA: Se ci dimenticassimo degli 8′ giocati lo scorso 2 febbraio, Roma-Parma avrebbe regalato tre gol in soli 7 minuti. Le statistiche e i tabellini, impietosamente precisi, non ne terranno conto, ma l’inizio di Roma-Parma è più simile ad un thriller: Schelotto sfiora il gol di testa (ricevendo un calcio al volto che andava punito con rigore ed espulsione), poi Mirante compie un miracolo su Maicon. Pochi secondi ed arrivano addirittura 5 gol (2 dei quali annullati per fuorigioco, entrambi per la Roma), con Gervinho che porta in vantaggio i giallorossi, Acquah che pareggia i conti, e Totti che conferma la sua buona vena contro i crociati segnando il ventesimo gol contro la squadra ducale in carriera. Tutto questo in soli 10′. Le squadre poi si assestano: la Roma non ha bisogno di spingere ulteriormente, ma il Parma non ci sta e prova a reagire per ritrovare il gol del pari. Fino alla fine del primo tempo si vede comunque un Parma praticamente ritrovato, e guai a pensare se si fosse giocato così contro la Lazio, perchè se no i rimpianti aumenterebbero… Le emozioni prima del riposo sono due, con Amauri che da buona posizione centra un difensore giallorosso al 37′, e la traversa di Destro 3′ dopo. Donadoni può essere moderatamente contento della reazione dei suoi, ma sa che la Roma ogni volta che avanza mette paura, ed i crociati hanno il bisogno di fare il possibile per recuperare il gol di differenza.
L’inizio di secondo tempo però registra un duro colpo per gli uomini di Donadoni: i padroni di casa infatti dopo solo 3′ ipotecano il match con un gol di Pjanic. I crociati ci mettono qualche minuto per riprendersi, dopo un gol che pesa enormemente nell’economia di una gara come quella dell’Olimpico, con una difesa in emergenza, oltre al periodo infelice dal punto di vista dei risultati per il Parma. E’ quindi ancora la Roma a sfiorare il gol con Destro, mentre il Parma cerca di raccimolare le forze per rimettersi in partita. L’ingresso di Munari, per un Acquah che ha comunque giocato un’ottima partita condita con il primo gol in carriera in Italia, non sposta sostanzialmente gli equilibri, il tempo scorre ed il risultato non cambia. Ed è così la Roma a chiudere la gara, con Taddei che di testa devia in rete un corner battuto dalla sinistra. Donadoni, sconsolato, inserisce allora Palladino (perchè non Cerri?) e Mauri per dare un po’ di riposo a Schelotto e Parolo (diffidato). La Roma di Garcia, a pochi minuti dal termine, decide quindi di mollare la presa, e c’è spazio per il gol della bandiera di Biabiany, che fissa il risultato sul 4-2.

squadreincamporomaparmaIL FILM DEL PRIMO TEMPO:

8′ – L’arbitro De Marco fischia la ripresa della gara sospesa all’ottavo minuto il 2 febbraio.
9′ – Schelotto vicino al gol!!!! Tiro di Acquah deviato da un difensore, arriva il Galgo di testa e spara alto!
10′ – MIRACOLO DI MIRANTE SU MAICON!
11′ – Gol di Gervinho, Roma in vantaggio. La Roma in contropiede coglie il palo con Destro, sul rimpallo si avventa Gervinho che segna a porta vuota. Roma-Parma 1-0
12′ – Gol annullato a Gervinho per un giusto fuorigioco. La Roma quindi si vede annullare il raddoppio dopo pochi secondi dal primo gol.
14′ – PAREGGIO DI ACQUAH!!!!!! Assist di Gobbi, Acquah stoppa e gira in rete!!! Roma-Parma 1-1
15′ – Doveva succedere, si sapeva, è sempre così. Gol di Totti, il ventesimo contro il Parma in carriera. Roma-Parma 2-1
18′ – Altro gol annullato alla Roma per fuorigioco, questa volta per un giusto fuorigioco di De Rossi.
27′ – La Roma quando viene avanti fa paura, il Parma cerca di reggere e ripartire.
30′ – Ci prova Lucarelli di testa, palla alta sopra la traversa!
31′ – A France’, capisco che ci segni praticamente ogni 20 minuti, ma provare a segnare da centrocampo mi sembra esagerato…. Suvvia… Abbi pietà!
37′ – Amauri da buonissima posizione spara addosso ad un difensore giallorosso!
40 ‘- TRAVERSA DI DESTRO! Lancio splendido di Totti, cross di Maicon e Destro di testa centra in pieno il montante!
45′ – 1′ di recupero
46’ – Termina il primo tempo, Roma e Parma vanno al riposo sul 2-1 per i padroni di casa.

romaparmaevidenzIL FILM DEL SECONDO TEMPO:

2′ – Si scalda Gianni: un raggio di sole nella capitale!
3′ – Gol di Pjanic. La Roma ipoteca il match. Roma-Parma 3-1
8′ – Brutto colpo per il Parma questo terzo gol. I crociati sembrano aver subito psicologicamente e faticano a reagire.
8′ – La Roma sfiora il gol. Errore difensivo del Parma, Totti ci prova, Mirante respinge e Destro fortunatamente spara alto a porta praticamente vuota.
12′ – Ci prova il Parma con Gobbi, che di testa non centra la porta.
12′ – Primo cambio nella Roma: fuori Destro, dentro Florenzi.
13′ – Tiro di Cassani, palla che termina in rimessa laterale. Basta per rendere l’idea?
16′ – Tiro di Marchionni da fuori area, pallone alto. Il Parma ora ci prova con maggiore convinzione.
21′ – Si prepara ad entrare Gianni. Vai Gianni!!!!
25′ – Dentro Gianni, esce Acquah.
30′ – Secondo cambio per la Roma, esce Totti ed entra Bastos.
36′ – La Roma chiude il match. Taddei segna di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Roma-Parma 4-1
38′ – Fuori Schelotto e Parolo, dentro Palladino e Mauri.
40′ – Anche la Roma esaurisce i cambi: fuori Gervinho, dentro Ljajic.
41′ – Giallo per Mauri.
44′ – Gol di Biabiany, il Parma riduce lo svantaggio. Roma-Parma 4-2
45′ – 2′ di recupero.
47′ – Finisce il match: Roma batte Parma 4-2

L’Editorialista