QUI COLLECCHIO – APOLLONI TIENE ALTA LA CONCENTRAZIONE – JANKOVIC VERSO LA CONFERMA?

Prosegue (anche sotto gli occhi anche di Nevio Scala, presente oggi a Collecchio) la preparazione dei crociati in vista della gara di domenica contro il Mezzolara. Il morale è alto, e non può essere altrimenti dopo le quattro vittorie in altrettante partite di campionato. Ad essere alta è anche la concentrazione, con la squadra che prima ha svolto alcuni esercizi e poi ha provato alcune situazioni difensive sotto la guida di Mister Apolloni. Se le indicazioni raccolte oggi saranno confermate, si va verso un Parma che confermerà l’undici che ha battuto l’AltoVicentino, con Lauria ed il nuovo acquisto Guazzo che partiranno dalla panchina. Il tecnico crociato nelle scorse settimane ha più volte sottolineato scala-apolloni-minotti-galassi-allenamentol’atteggiamento della propria squadra come uno dei fattori più importanti in quest’inizio di campionato: contro il Mezzolara è probabile che il Parma non solo punti a fare la gara, ma vorrà anche asfissiare la manovra degli avversari con il pressing alto, in modo da costringere la squadra bolognese a dei lanci lunghi con i palloni che sarebbero subito preda della difesa crociata. Fondamentale come sempre l’apporto del duo d’esperienza Lucarelli-Cacioli: mentre Apolloni fermava il gioco per indicare alcuni accorgimenti ai suoi, i due centrali correggevano i movimenti dei terzini. È ovvio che rispetto ad una squadra di Serie A, nella quale alcuni movimenti vengono dati per scontati visto il livello dei giocatori in campo, i consigli da dare siano molti di più, considerando la giovane età di buona parte della rosa. Ciò nonostante va sottolineata la presenza costante di Apolloni durante tutte le fasi dell’allenamento con grida, incitamenti e correzioni. Può sembrare una cosa scontata, ma Donadoni, per fare un esempio, preferiva restare molto più in disparte lasciando questo compito al proprio vice, Luca Gotti.

Tornando al presente, nell’allenamento odierno è da segnalare l’assenza dei due “colored” che erano in prova nei giorni scorsi, che evidentemente non hanno convinto appieno lo staff crociato. C’era invece “Pippo” Jankovic, che ha salutato Minotti e Galassi prima di scendere in campo. La sua presenza non equivale ad una conferma, questo è poco ma sicuro, ma di sicuro ha convinto maggiormente la dirigenza crociata, che vuole valutarlo attentamente prima di prendere una decisione. jankovic-minottiRispetto allo Jankovic visto con la Primavera qualche stagione fa, il serbo è forse un po’ più strutturato anche se è ancora “leggerino”. Il lato tecnico però non si discute, ed è proprio quello che ha spinto Minotti e Galassi a tenerlo in squadra anche nei prossimi giorni, in modo da prendere una decisione definitiva con la massima serenità. Inutile dare delle percentuali, ma al momento per lui sembra essere più un sì che un no. Dopo aver preso parte ai primi esercizi ha svolto un allenamento differenziato a bordo campo con Walter Rodriguez al quale, in seguito al colpo alla mandibola subito ieri in allenamento, il medico ha imposto uno stop di 15 giorni: si allenerà ma non parteciperà alle partitelle per evitare scontri pericolosi. L’ultima annotazione è dedicata a Musetti: il centravanti oggi ha effettuato alcuni giri di campo, segno che il problema al tallone è in fase di recupero.