“QUANDO CANTA IL GALLO” – N°1 – ESEGESI SUL PARMA FC, TIFO CHE DIVIENE FEDE

quandocantailgallo1Lo so che molti elementi esoterici del presente trattato parranno a prima lettura un poco oscuri, ma se aprirete l’anima all’ascolto allora potrete trarne molti benefici, perché il tifo verso la vostra squadra del cuore vi sarà svelato nella contemplazione del gioco del pallone che di per certo nasce nell’antica civiltà di Atlantide. Cominciamo quindi il nostro percorso spirituale da circa 13.000 anni fa, quando l’energia calacistica proveniente dai nostri avi, padri spirituali di Orione, irradiava il popolo Atlantide, rendendolo felice fruitore della passione più pura ed eterea. A seguito dello spostamento della stella sole nella galassia il flusso non trova l’assonanza armonica, impedendo all’energia calicistica di irradiare Atlantide che privata del tifo puro sprofonda e scompare così una civiltà che era arrivata al “supremo derby”, stato di contemplazione e di godimento estatico. Il gioco del pallone divenne un ologramma conteso, perdendo la dimensione spazio-temporale stadiale e restando in fase onirica per millenni, ma grazie al riposizionamento in asse fra Orione e il sole, l’energia pura ora fluisce liberando l’ologramma e permettendo agli spiriti puri di accogliere l’energia calicistica che fluisce benefica attraverso la ghiandola pineale, che come insegna Cartesio collega l’anima al cervello.

curvaprepartitaOra si sa che molti ultras della curva, specie nelle metropoli,  hanno la suddetta ghiandola atrofica, così come succede per contrappasso a molti giornalisti delle major sportive (è dimostrato peraltro scientificamente come la ghiandola pineale si attiva in fase di meditazione), così che restano nel loro oblio fatto di rabbia e di frustrazioni senza la vera gioia, senza che lo spirito puro possa abbeverarsi alla fonte genuina della gioia sportiva, del tifo appassionato che sgorga nel sostegno della propria squadra del cuore. In questo supremo stadio (per identificarne uno, il Tardini) non ci sono dei e non ci sono idoli fatui, esiste tuttavia la coscienza del bene superiore che primeggia la fattispecie prescindendo dal logistico e dal contestuale.

Che cosa voglio dire? Non lo so ma ci ho di ragione, e la scienza lo dimostra ampiamente, come nel famoso trattato del Sindaco di Castione che troneggia nella sua enfasi sia quando tratta “L’esclamazione colorita nel gioco del tressette” che quando postula su “Il calcio non è uno sport da signorine”, seguirà dibattito alle nove all’osteria.

felipeE dopo tre ore abbondanti di conferenza e discussione, dopo che tre bottiglioni di barbera , sei bargnolini e rutti a go go hanno incendiato la serata, abbiamo così relazionato:
1- Tifare Parma più che un credo è una fede, più che una fede è un passatempo. – Vespri mattutini p12 v16
2- Se il Presidente si è dimesso avrà i suoi motivi, ma se ne arriva un altro va bene lo stesso basta che cacci la granaCit. dal telefilm “Torna a casa Lessi” (che non parla di letture passate ne di carne da brodo)
3- Il direttore sportivo è bravo a fare i suoi affari ma anche quelli del Parma, allora va bene tutto, basta che non ci troviamo Santacroce e Felipe come coppia titolare in difesa. – Da “Ogni limite c’ha le sue cose”
4- Reggiana sempre avversa, ma lanciamo una campagna di supporto per i cugini,  “aiuta la Reggiana, regala anche tu un calciatore, intendendo magari la suddetta coppia – Liberamente tratto da “L’amore non muore”
5- A noi ci basta che la squadra si impegni e dia tutto, poi anche se perdiamo con la Rubentus daremo fuoco al parrucchino d’ordinanza di Allegri. – Presenta L.M.
6- Ci abbiamo voglia che ricominci il campionato, che tanto in Europa non ci andiam sicuro, poi se ci dan dei soldi compriamo la mortadella, utile per favorire il ritorno del Presidente alla guida. – Interviene il dottor Rovagnati.
7- A noi parlare di tribunali ci fa lo stesso effetto di un gatto nero attaccato alla borsa che gioca all’altalena. – sez. “Ognuno gode come vuole”
8- Il Torino ha fatto molti sacrifici per andare in Europa e ci dispiacerebbe se non passasse il turno preliminare. – Relatore Pinocchio.
9- Prepariamoci per le trasferte più impegnative, per la carne toscana, il pesce ligure, il vino piemontese, il prosecco veneto e il prosciutto di San Daniele. – Della serie, Paese che vai…
10- Buon calcio a tutti, le confluenze astrali sono positive.

Il Gallo di Castione