Presentato Walter Gargano a Collecchio: “A Parma per fare la storia”

E’ stato presentato questa mattina, al centro sportivo direzionale di Collecchio, Walter Gargano, centrocampista uruguiano arrivato dal Napoli. A introdurre a stampa e tifosi il nuovo acquisto del Parma, l’amministratore delegato Pietro Leonardi, che ha anche parlato del Daily Mail e delle infauste previsioni di Ivan Zazzaroni…

IMG_0091Abbiamo puntato su Walter Gargano per le sue caratteristiche tecniche. E’ un centrocampista che può darci una grossa mano, non essendo uguale a nessuno degli altri ragazzi che abbiamo in rosa in questo momento. Ogni giocatore deve avere il suo ruolo, oppure essere bravo ad essere polifunzionale e dare all’allenatore diverse soluzioni da poter scegliere. Spero che Walter si possa trovare bene qui a Parma perché ho già parlato con lui e anche con il Napoli: se vorrà, potrà rimanere qui a lungo, con un contratto pluriennale e per noi sarebbe un grande orgoglio perché giocatori così è davvero difficile trovarli. Walter è arrivato a Parma con tanto entusiasmo“. Così, Pietro Leonardi, ha presentato Walter Gargano che, poco dopo ha preso la parola. L’AD ha anche parlato, brevemente, dell’articolo del Daily Mail e delle recenti dichiarazioni di Ivan Zazzaroni, con tono chiaramente ironico e divertito: “per quel che riguarda quel giornale inglese, nel bene o nel male meglio che se ne parli. Anzi, ringrazio il giornalista che ha parlato del Parma su un giornale straniero, visto che si dice che non si parla mai di noi. Per il resto, non ha capito niente delle mie operazioni di mercato, ma non importa. Per Zazzaroni è un po’ troppo facile dire che le cose che non vanno le chiarirà poi: visto che afferma di volerci bene come piazza, dovrebbe dire subito cosa non funziona, così correggiamo gli errori“.

IMG_0055Ecco le parole di Gargano: “Sono felice di essere a Parma. La società ha una grande storia e voglio continuare a farla, crescendo con i miei compagni di squadra. Inoltre sono felice di essere qui perché sono stato fortemente voluto da tutti e questo è molto bello. Mi ha voluto il direttore Leonardi ma voglio dire che una parte importante della mia presenza qui a Parma la si deve al mister Donadoni. Lui mi ha già allenato al Napoli e mi ha chiamato per dirmi che ci teneva moltissimo di riavermi nuovamente, questa volta con la maglia del Parma. Anche Antonio Cassano mi ha detto che qui si sta bene, che è una bella città, tranquilla, di cui ci si può innamorare. E’ bello avere Antonio in squadra, è una persona che mi piace perché è sempre schietto e sincero e dice quello che pensa. Io sono pronto, voglio giocare e fare bene per la mia nuova squadra. Magari fisicamente non sono ancora al massimo perché il Napoli ha un po’ titubato nel decidere se vendermi o tenermi e quindi non ho potuto svolgere la preparazione estiva al massimo delle mie possibilità. Mi fa inoltre molto piacere aver trovato libero il numero 5. Sono stato fortunato, perché è il numero che ho sempre indossato sin da piccolo e posso farlo anche con la nuova maglia. Per quel che riguarda il modulo non ho problemi: a Napoli non giocavo nel 3-5-2 ma non importa, io sono pronto a svolgere il ruolo che il mister decide. Voglio anche chiudere per sempre la questione di quel famoso tweet: ce l’avevo con un ragazzino che mi aveva infastidito, non con la tifoseria del Parma o la città. Però voglio chiedere nuovamente scusa perché ho sbagliato, sono stato impulsivo“.