Presentato il nuovo pullman del Parma Fc

nuovopullmanparma2Al termine della conferenza stampa di mister Donadoni, è stato presentato il nuovo pullman del Parma Fc. Alla presenza di Pietro Leonardi, Andrea Savini (titolare Val D’Enza Tours, accompagnato da Patrizia Reverberi e Veronica Savini) e Massimo Santangelo (l’autista), nella sala stampa è stato presentato questo nuovo mezzo che accompagnerà il Parma dopo il divorzio dalla Tep. Il nuovo bus è un IRIZAR MODELLO I 6 – 12.35/400 motorizzato SCANIA da 41 posti, dotato di tutti i confort che permetteranno al gruppo di mister Donadoni di vivere al meglio ogni trasferta.  Per i crociati infatti non solo la possibilità di usufruire di frigobar,  macchina del caffè e doppia televisione al plasma, ma anche delle più moderne tecnologie, come il WI-FI, per l’utilizzo dei dispositivi elettronici .

Ad introdurre è stato l’Ad crociato, Pietro Leonardi: Come sempre siamo molto felici e contenti di queste collaborazioni, di questo modo di interagire e di sostenere il Parma, quindi ringraziamo l’azienda che ci ha permesso di dotarci di un pullman veramente all’avanguardia. Siamo molto contenti di questo, e ringraziamo oltre che per la disponibilità dal punto di vista economico, anche per la qualità e per l’eccesso di scrupolo nella cura del dettaglio in riferimento al mezzo“.

nuovopullmanparma3Andrea Savini, titolare della Val D’Enza Tours, ringrazia: Grazie a voi che mi date l’opportunità di portare in giro una squadra di primo livello. Il pullman è dotato di tutte le moderne tecnologie, ha il wi-fi, sky, è dotata di 42 posti in modo che i calciatori stiano comodi, a me la macchina piace, speriamo che piaccia anche a voi. Non è un mezzo pacchiano con mille cose, ha una bella parete bianca con il logo del Parma che si vede da lontano, è elegante e fine“.

“Effettivamente è così – ha precisato Leonardi – C’erano dei passaggi nell’arco della mia esperienza con altre squadre di pullman anche con meno posti. Io non ero assolutamente d’accordo, perchè è vero che c’era ancora di più spazio tra un giocatore e l’altro. Io mi sono battuto per ridurre i posti da 50 a 42, perchè poi c’è la componente sbagliata che vedeva il gruppo dei fisioterapisti, magazzinieri e tutto il resto si doveva sempre arrangiare, oppure si vedevano situazioni con uno sopra all’altro, e non è corretto. La componente importante di una squadra non è formata solo dagli undici o quattordici che vanno in campo, ma è tutto un gruppo che deve stare insieme e dev’essere sempre di più coagulato”.

(Le foto sono tratte dalla fotogallery della Pagina Web ufficiale del Parma Fc)