PPC – L’ASSEMBLEA DEI SOCI: ECCO COM’È ANDATA – VIA ALLE NUOVE SOTTOSCRIZIONI DALLA PRIMA META’ DI GIUGNO – VIDEO

ppc-assembleaSi è tenuta ieri sera, all’Hotel Parma Congressi, l’assemblea dei soci di Parma Partecipazioni Calcistiche. Un appuntamento particolarmente sentito perchè di fatto traccia una linea che divide parecchi mesi di silenzi e moltissimo lavoro all’oscuro dalla possibilità finalmente di partire alla luce del sole con il progetto, incassato il benestare e l’appoggio della Consob.

I temi all’ordine del giorno erano praticamente quelli contenuti nell’approfondimento (leggi qui) che vi abbiamo proposto qualche settimana fa. È stato approvato il bilancio al 31 dicembre 2015, ed è stato ratificato il passaggio della chiusura del bilancio al 30 giugno (come le società sportive e dunque come il Parma Calcio) invece che al 31 dicembre, ma non solo. È stato ad esempio nominato il nuovo Cda di PPC. Inoltre Foglia ed Orlandini sono stati nominati per acclamazione presidenti onorari di Parma Partecipazioni Calcistiche.

ppc-tshirtIl Cda è composto dunque da nove elementi, più quattro supplenti: Cavazzini Corrado, Trascinelli Pietro, Riani Lauro, Squeri Alessandro, Sarassi Ombretta, Catelli Roberto, Chiapponi Roberto, D’Angelo Pizzolo Benedetto e Grisanti Alberto sono i nove membri, mentre i quattro supplenti sono Mantelli Giancarlo, Accorsi Luca, Manfredini Angelo e Marchinetti Maurizio.

È stato poi aperto l’aumento di capitale di 1.500.000€, che durerà fino al 31 dicembre 2016. Una cifra monstre, quasi certamente irraggiungibile, che però permetterà a tutti i potenziali nuovi soci di acquistare la propria quota senza timore di “restare fuori”. Essendo un aumento di capitale scindibile non c’è la necessità di raggiungere il tetto massimo: la cifra che verrà raggiunta al 31 dicembre (anche se notevolmente minore) sarà quella che poi definirà l’effettivo aumento di capitale.

Come vi abbiamo raccontato nel nostro approfondimento (leggi qui) sono state poi illustrate le modalità di sottoscrizione di nuove quote, o tramite l’autocollocamento oppure attraverso una società esterna (una cosiddetta SIM, società di intermediazione mobiliare). Questa è un’informazione importante, che molti lettori spesso ci chiedono attraverso ferrari-hotel-parma-congressimessaggi e mail: l’apertura per i nuovi soci è prevista per la prima metà di giugno. Bisognerà dunque portare pazienza ancora per circa un mese, ma ormai PPC sembra pronta a partire e ad aprire le porte a tutti i tifosi che in questa prima stagione di vita hanno dimostrato il loro interesse al progetto.

Da segnalare la presenza alla riunione non solo di Marco Ferrari, VicePresidente del Parma Calcio, che ha parlato con i soci presenti intervenendo durante l’assemblea, ma anche di due soci provenienti da molto lontano: uno da Fano, e l’altro da Messina. Ci sono però molti altri tifosi da tutta Italia e da diverse parti del mondo che hanno manifestato la loro intenzione di acquistare una quota di Parma Partecipazioni Calcistiche: come abbiamo scritto, durante l’assemblea è stato annunciato che sarà possibile farlo dalla prima metà di giugno.

sito-ppcSegnaliamo anche che, forse un po’ sotto traccia, è online il sito ufficiale di Parma Partecipazioni Calcistiche. Nei prossimi giorni sarà inoltre indetta una conferenza stampa dove verranno spiegati tutti i dettagli.

In ogni caso al termine dell’assemblea abbiamo “intercettato” Sandro Squeri e Corrado Cavazzini, che ci hanno raccontato l’esito dell’assemblea. Ecco il video e la trascrizione dei passaggi salienti:

Sandro Squeri: “In questa assemblea è emerso quello che ci aspettavamo. Devo dire la verità, c’è una grande soddisfazione innanzitutto per la numerosissima partecipazione dei soci, molti dei quali non avevano avuto ancora la possibilità di incontrare gli amministratori e gli organi della società. Abbiamo di fatto spiegato che non era assolutamente una nostra volontà quella di essere stati per un periodo protagonisti di un viaggio a fari spenti, ma ci siamo trovati al centro di un progetto molto complicato per una serie di vincoli burocratici e tecnicismi, che però abbiamo voluto affrontare con molta tranquillità e sicurezza, andando proprio alla radice di ogni singolo aspetto. Questo ha comportato dei rallentamenti, ma squerisiamo consapevoli che stiamo diventando un esempio per altre strutture uguali a PPC che arriveranno sullo scenario dei campionati professionistici. Gli organi di vigilanza ci hanno chiesto di essere molto ligi ed attenti a non commettere infrazioni o quant’altro. La Consob ha chiesto chiarimenti perchè è un progetto innovativo, c’era molto entusiasmo ma ci sono molti vincoli di natura burocratica che noi abbiamo conosciuto cammin facendo: abbiamo rispettato tutti questi passaggi, come ad esempio la trasformazione da Srl a Spa. Siamo comunque una società anomala, perchè è una Spa senza scopo di lucro, quindi tutto quello che prendiamo lo mettiamo a disposizione per il sostentamento della nostra squadra del cuore. Questo dev’essere chiaro a tutti. La grande soddisfazione è che tutti i punti all’ordine del giorno sono stati capiti, discussi, spiegati e tutti approvati all’unanimità con grande soddisfazione di tutti i presenti”.

Corrado Cavazzini: “Foglia ed Orlandini, che sono due personaggi storici del Parma Calcio e della città, per acclamazione hanno recepito la nostra proposta di essere nominati presidenti cavazzinionorari di Parma Partecipazioni Calcistiche. L’aumento di capitale è stato proposto per far aderire il numero più grande possibile di nuovi soci, scadrà alla fine di dicembre di quest’anno. Non abbiamo l’obbligo di raggiungere quella cifra, si tratta di un aumento di capitale di 1.500.000€, ma essendo scindibile si chiuderà con la cifra che verrà raggiunta. Ci sarà un diritto di prelazione per i soci attuali, e poi cominceremo, appena saranno finite tutte le procedure burocratiche, a raccogliere tutti quei nuovi soci che sono in attesa”.

Sandro Squeri: “La nuova apertura ai potenziali soci è stata deliberata questa sera, stiamo redigendo il prospetto informativo e stiamo definendo il contratto di collaborazione con questa società di collocamento che deve collocare a distanza. Siamo consapevoli che non raggiungeremo il tetto di 1.500.000€, ma dobbiamo considerare che siamo arrivati a questo risultato a fari spenti. Immaginiamoci quando potremo accendere i fari, luci antinebbia comprese… Questi fari li potremo accendere intorno alla prima decada di giugno. Abbiamo già un pacchetto di prenotazioni, ma tecnicamente dobbiamo realizzare alcuni passaggi”.

Corrado Cavazzini: “C’è stata l’elezione del nuovo consiglio, che mi riempie di soddisfazione, e che è stato eletto per acclamazione. Il nuovo consiglio è formato da Cavazzini Corrado, Trascinelli Pietro, Riani Lauro, Squeri Alessandro, Sarassi Ombretta, Catelli Roberto, Chiapponi Roberto, D’Angelo Pizzolo Benedetto e Grisanti Alberto. Questi sono i nove membri del Cda. Poi ci sono quattro supplenti, che sono Mantelli Giancarlo, Accorsi Luca, Manfredini Angelo e Marchinetti Maurizio. Come avete notato è un consiglio di continuità rispetto a quello precedente, e durerà tre anni”.