PIETRO DOCA: “TACI E’ STATO SERIO. I CONTI NON ERANO VERITIERI”

All’uscita del Centro Sportivo di Collecchio abbiamo intercettato anche Pietro Doca. Abbiamo registrato le sue parole, che potete ascoltare e leggere in quest’articolo.

Ecco l’audio delle sue parole e di seguito la trascrizione integrale:

pietro-docaSiamo felici delle parole del signor Manenti, perchè la società è stata venduta da una società di Cipro, e ha detto che ha voluto comprarla da noi perchè gli altri non gliela vendevano. Noi siamo stati anche più trasparenti di chiunque altro. Perchè ero qui? Ero qui per dare una mano nel passaggio da una società all’altra. Se sono l’amministratore della Dastraso? Queste sono cose in più che voi aggiungete. La questione è che per la trasparenza, per la successione da una società all’altra, noi avevamo il dovere di essere qui per dare una mano a questa nuova società. Chi non è stato serio? Queste dovete scovarlo voi, perchè un sacco di vostre notizie non sono serie, se lo devo dire io… Ghirardi? Non compete a noi dire se è stato serio, la piazza lo sa, i giocatori lo sanno… Di sicuro è stato serio Taci, che ha trovato una società che credeva nel suo progetto, che l’ha affiancata e si è preso una responsabilità. Non l’ha mollata, il signor Taci ed il gruppo di imprenditori che lo seguivano hanno guardato bene i conti, che tra l’altro non erano veritieri rispetto a quello che uno poteva pensare. Lui ha fatto delle operazioni, ed in questo momento la società Parma Fc ha risparmiato qualche cosa, perchè con l’uscita di Cassano, Paletta e compagnia bella il Parma ha risparmiato circa 20 milioni di euro. Quant’è il debito? Questo non lo sappiamo, lo sanno i commercialisti. I tifosi, i giocatori e la società può restare tranquilla. Noi abbiamo potuto dare una società trasparente a tutti i costi a chiunque volesse venire a vedere. Se Manenti ha mostrato garanzie o fidejussioni? Non l’avrebbe potuta comprare se non fosse stato così, non si può scherzare con queste cose. E’ questa la nostra serietà nei confronti di tutti. Se è stata ceduta per 1€? Non è il valore di un euro, sono i debiti che contano“.