Per i media australiani Terry Antonis è un giocatore del Parma ma il Sydney FC è polemico.

Novità sul fronte Terry Antonis: per i media australiani il giovane centrocampista del Sydney FC è un nuovo giocatore del Parma. Lo riferisce il portale TheWorldGame.

Poche ore fa è apparso sul sito australiano sopracitato un articolo che darebbe la trattativa per conclusa. Cerchiamo di vederci chiaro, in attesa di una conferma da parte della dirigenza ducale. Secondo TheWorldGame il Sydney FC avrebbe alla fine ceduto sulla questione del pagamento: si parla di tre rate da 100.000 euro per un totale di 300.000 per l’acquisto dell’intero cartellino del centrocampista. L’intervento del PFA (Professional Footaball Association) e dell’FFA (Football Federation Australia) avrebbe aiutato a superare l’impasse economico. Ma la cosa più importante è che il calciatore ha rilasciato dichiarazioni che lasciano poco spazio a fraintendimenti. Antonis, ormai, parla da (quasi) giocatore del Parma. Interpellato da TheWorldGame, Antonis ha dichiarato: “sono felice che la questione si sia risolta. Voglio ringraziare il PFA, l’FFA e il Sydney FC, ora sono libero di seguire il mio sogno e si spera che io possa andare a giocare in Italia, in maniera positiva come quando Mark Bresciano e Vince Grella erano assieme al Parma. Se potessi seguire le loro orme sarebbe straordinario. Ho imparato molto al Sydney e ho ricevuti molto aiuto e consigli da Alessandro Del Piero, Lucas Neill, Jason Culina e Frank Farina e ora sono impaziente di arrivare in Italia, a luglio, e iniziare a lavorare. Voglio che la mia carriera  prenda il volo, in Italia”.

Tony Pignata, amministratore delegato del Sydney non pare molto contento di come è finita la trattativa e avrebbe addirittura bollato il Parma come “poco professionale”, dichiarando che se l’accordo non verrà rispettato si rivolgerà alla Fifa per delle sanzioni. L’accordo si basa su una prima rata da pagare subito e le due successive fissate per ottobre e febbraio. “Non volevamo che questa situazione danneggiasse ulteriormente il calciatore” ha dichiarato Pignata. Il CEO del Sydney ha inoltre dichiarato che “non era una situazione ideale per un ragazzo che sta per affrontare il mondiale under-20 con la nazionale, torneo per il quale gli facciamo gli auguri. Terry sta per andare a giocare in uno dei campionati più importanti al mondo e per lui è una grande possibilità. Ora può dedicarsi alla nazionale senza più questa situazione nella testa. Per lui stava diventando frustrante”. 

Pignata ha riservato parole piuttosto dure verso il Parma. I’A.D. del Sydney ha infatti dichiarato: “Siamo delusi dal Parma. Abbiamo provato a contattarli in numerose occasioni ma non hanno mai risposto e con noi non hanno avuto un atteggiamento professionale. Se non rispettano il piano di pagamento ci recheremo alla Fifa per ottenere delle sanzioni“. In tutta questa situazione anche il padre di Antonis (di cui è anche procuratore) ha rilasciato delle dichiarazioni, affermando che “gli ultimi giorni sono stati difficili ma ora un accordo è stato siglato e Terry ora può realizzare il suo sogno. Terry si è guadagnato la maglia della sua nazionale e ora pensa solo alla Coppa del Mondo under-20, terminata la quale penserà all’Italia”.