PENALIZZAZIONE – IL COMUNICATO DEL PARMA FC: “RICORREREMO IMMEDIATAMENTE IN APPELLO”

Dopo la notizia del punto di penalizzazione (oltre ai due mesi di inibizione per Ghirardi e Leonardi ed i 5mila euro di ammenda ad entrambi, oltre che alla società), è arrivato anche il comunicato del Parma Fc, che attraverso il proprio sito ha comunicato che ricorrerà in appello.

Ecco il testo del comunicato:

comunicato-parma“Collecchio 9 dicembre 2014 – Parma Fc, preso atto della decisione del Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare di dare un punto di penalizzazione in classifica nella corrente stagione (più 5.000 euro di ammenda) e di inibire per due mesi il Presidente Tommaso Ghirardi (più 5.000 euro di ammenda) e l’Ad Pietro Leonardi (più 5.000 euro di ammenda), comunica che ricorrerà immediatamente appello.

Dall’esame delle motivazioni rese dal Tribunale Federale Nazionale vi è infatti convinzione che vi siano ampi margini di ottenere una riforma totale della sentenza e di riottenere quindi il punto tolto.

Tale convinzione deriva sostanzialmente da due riflessioni.

1) Le motivazioni del Giudice di I° Grado non prevalgono sulle argomentazioni sostenute da Parma Fc circa il ritardato pagamento delle ritenute IRPEF (per un totale di 94.492,70 euro) sugli incentivi all’esodo non depositati presso la competente Lega.

figc-punto2) Sia l’Amministratore Delegato Parma Fc Pietro Leonardi che il Presidente del Collegio Sindacale Parma Fc Mario Bastianon sono stati integralmente prosciolti dall’accusa di aver rilasciato false dichiarazioni in merito alle sopracitate ritenute IRPEF. Tale totale proscioglimento riveste particolare importanza in quanto non si comprende come si possa da un lato contestare il ritardato pagamento delle ritenute IRPEF in oggetto e dall’altro considerare veritiere le dichiarazioni rilasciate da Pietro Leonardi e Mario Bastianon in merito alle stesse ritenute IRPEF

Per tali motivi Parma Fc confida che nel proseguo del giudizio potrà far valere le proprie ragioni”.