I NUOVI CROCIATI: Pedro Felipe Mendes, il nuovo colpo a parametro zero di Pietro Leonardi.

Dopo l’articolo in cui vi abbiamo presentato Soufiane Bidaoui, siamo ancora qui a parlare di colpi di mercato parametro zero. Leonardi, lavorando in una situazione economica che non è propriamente quella di PSG, City e compagnia bella, ha da sempre un occhio di riguardo per tutti quei giocatori che, per un motivo o per l’altro, sono in scadenza di contratto con le proprie società.

leo1E’ vero, senza determinate capacità economico-finanziarie, nessuno si aspetta l’acquisto del cosiddetto top player, ma sfatiamo un mito: il mercato dei parametri zero non è il mercato dei bidoni, non necessariamente. I motivi per cui un giocatore decide di andare in scadenza possono essere molteplici e non per forza il calciatore in questione è un pippero. Vorrei ricordare ai nostri lettori tre nomi: Fabio Borini, Gabriel Paletta e Nicola Sansone. Per una società come il Parma, la gestione intelligente e la lungimiranza nel valutare i calciatori in scadenza è un’arma importante, se non quasi fondamentale. 

L’ultimo colpo del Parma si chiama Pedro Felipe Mendez, nato a Neuchâtel, in Svizzera, ma di nazionalità portoghese, classe 1990. Secondo il noto portale specializzato Tuttomercatoweb, il calciatore ha firmato un contratto quinquennale che verrà depositato quando il ragazzo si svincolerà dallo Sporting Lisbona, nel mese di giugno. Mendes è un difensore centrale, zona del campo in cui il Parma ha un forte bisogno di rinforzi. Santacroce non ha mai convinto (anche per una grande dose di sfortuna a livello fisico), Lucarelli non potrà fare un intero campionato da titolare, mentre Emilio MacEachen non ha mai visto il campo e ancora nessuno ha capito se è un giocare affidabile o meno. In questo momento gli unici tre nomi di garanzia della difesa crociata sono Paletta, Coda e Benalouane/Benabanana.

Pedro_Mendes_1Vediamo ora, in breve, la carriera di Mendes prima dell’approdo al Parma del patron Ghirardi. Il difensore portoghese viene notato dal settore giovanile dello Sporting Lisbona nel 2005, a soli 15 anni. Le prime due stagioni da professionista veste due casacche differenti, in prestito. Nella stagione 2009/2010 veste la maglia del Real Massamà Sport Clube, squadra portoghese che milita nella seconda divisione, collezionando 22 presenze. L’anno successivo, invece, veste la maglia degli svizzeri del Servette, 15 presenze e promozione nella Swiss Super League (la Serie A svizzera) conquistata vincendo la finale dei playoff, dopo un secondo posto in stagione. Nel 2011, con il cartellino ancora in possesso dello Sporting Lisbona passa addirittura tra le fila del Real Madrid, dove viene assegnato al Real Madrid Castilla, la squadra B dei blancos che, per regolamento, gioca il campionato spagnolo di Segunda División. Con la casacca della squadra B del Real Madrid disputa 23 partite e segna un gol. Ma il punto più alto della parentesi spagnola di Mendes ha una data precisa: 7 dicembre 2011. In quella data il difensore esordisce in prima squadra, sostituendo Arbeloa nel secondo tempo del match di Champions League (giocato in Olanda), nel quale i Los Galácticos si impongono per 3-0 contro l’Ajax. Durante la permanenza madrilena si dice che Mendes fosse un piccolo pupillo di Josè Mourinho. A fine stagione il ritorno a Lisbona, dove nella stagione 2012 colleziona 31 presenze e 1 gol nello Sporting B, la squadra delle riserve dello Sporting Lisbona che disputa  la Segunda Liga del campionato di calcio portoghese. Nel frattempo il difensore ha anche fatto tutta la trafila nelle nazionali giovanili portoghesi, con presenze in tutte le categorie di età (Under-17/19/20/21).

Ora non ci resta che attendere la presentazione ufficiale del nuovo difensore centrale portoghese del Parma.



ALTRI ARTICOLI:
-I NUOVI CROCIATI: Souflane Bidaoui