“PAROLO ALLA LAZIO PER 5 MILIONI!”, E C’E’ GIA’ CHI SI FASCIA LA TESTA…

Lo ammettiamo: se non ci fosse di mezzo Gianluca Di Marzio la MioCugginata era già pronta in rampa di lancio. La notizia sta risuonando come un disco rotto da qualche ora: Parolo sarebbe vicinissimo alla Lazio per 5 milioni + bonus.

lazioparmaparoloA nostro modo di vedere vanno puntualizzate alcune cose:

Che Parolo possa essere ceduto durante questo mercato estivo, è una possibilità da prendere in considerazione. Da sempre il Parma ha ceduto un paio di giocatori in estate per finanziare poi il mercato in entrata e la gestione della società, e i nomi che secondo molti sono stati messi sul piatto della bilancia, quest’anno, sono quelli di Parolo e Paletta.
Difficile però pensare che Leonardi decida di vendere il giocatore prima del Mondiale in Brasile. Il centrocampista del Parma, anche se non parte certo come titolare, potrebbe essere protagonista di un buon torneo, magari condito da qualche gol: il tutto farebbe di sicuro lievitare il costo del suo cartellino. Che senso avrebbe, dunque, vendere il giocatore ora? Diverso sarebbe il discorso se la Lazio, conscia del fatto che il calciatore potrebbe diventare ancora più costoso dopo l’avventura azzurra, spinga per acquistarlo subito, ma in quel caso i 5 milioni di cui si parla sarebbero davvero pochi.
E’ iniziato il calciomercato, con tutti i pro e con tutti i contro che ad ogni sessione si porta dietro. Leonardi, ai microfoni di RadioRadio, ha smentito qualsiasi contatto con Roma e Lazio per Paletta e Parolo. Certo, sappiamo che in sede di compravendita di calciatori le parole dell’Ad crociato sono spesso impregnate di pre-tattica, e quindi poco affidabili. Sono però delle dichiarazioni che vanno prese in considerazione.

Detto questo, stiamo ovviamente alla finestra. Oggi la notizia è apparsa su diversi quotidiani nazionali, ma nonostante l’autorevolezza delle fonti, per il momento, preferiamo non fasciarci la testa prima di essercela rotta. Se il centrocampista verrà ceduto tireremo le somme, ma la notizia, soprattutto per le cifre in ballo, per ora ha qualche punto che non convince del tutto.