LATINA: IL PARMA PRESSA PER SCAGLIA, LA PROCURA CHIEDE IL FALLIMENTO DELLA SOCIETA’

Si continua a parlare del possibile arrivo di Luigi Scaglia, giocatore duttile che il Parma, come abbiamo scritto lunedì scorso, ha già bloccato ed sembra che sia solo in attesa di portare a Collecchio. Da Latina, tuttavia, traspariva un certo scetticismo circa la possibilità del buon esito dell’affare, visto che difficilmente la società poteva privarsi di uno dei suoi migliori giocatori. A spiegare (anche) il motivo della cessione, forse, c’è la notizia di qualche ora fa secondo la quale la Procura di Latina ha chiesto il fallimento della squadra pontina. Secondo il portale H24notizie, infatti, “dopo l’inchiesta “Starter”, che ipotizzando una serie di reati societari compiuti attorno al club nerazzurro ha visto le Fiamme gialle sequestrare due milioni di euro e dire addio alla società sia da parte di Pasquale Maietta che di Antonio Aprile, i pm Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro sono andati avanti, presentando un’istanza di fallimento per i nerazzurri al Tribunale“.

Lo stato di insolvenza (termine ahinoi conosciuto anche a Parma) del Latina (squadra che ha avuto nei propri quadri dirigenziali Pietro Leonardi dopo il fallimento del Parma fino, ufficialmente, all’interdizione sancita qualche mese fa dalla Figc) sembra essere ormai strutturale, con una grande quantità di debiti verso l’erario e verso lo stesso Comune di Latina. Il Presidente del Latina, Angelo Ferullo, ha voluto cercare di chiarire la situazione: “Oggi era stata indetta questa conferenza stampa per presentare Fabrizio Lucchesi – riporta il sito SportLatina.it – ma sono uscite queste problematiche e stiamo lavorando per risolverle. Le chiacchiere stanno a zero, ora bisogna solamente lavorare. I tifosi possono stare tranquilli“.

Anche per questo la cessione di Scaglia al Parma, ormai in aria di chiusura da diversi giorni, dovrebbe andare in porto senza problemi. Faggiano ed il nuovo Ds Lucchesi trattano sulle cifre, con il giocatore che potrebbe raggiungere Parma già dalla prossima settimana, anche se a differenza di quanto abbiamo scritto in precedenza non è escluso che si cerchi di chiudere l’affare già nelle prossime ore.