PARMA-SASSUOLO 1-3 – QUESTO PARMA E’ IRRICONOSCIBILE

Onoratela“, canta la Curva. La squadra, invece, è irriconoscibile, come il modulo scelto da Donadoni all’inizio della gara. Un 4-5-1 senza punte, con Cassano in balia dei difensori avversari, e con le fasce che nonostante il “rinforzo” messo in campo da Donadoni fanno acqua da tutte le parti. Se qualcuno si attendeva un cambiamento, una svolta, una reazione d’orgoglio, è tornato a casa profondamente deluso. Non è tanto una questione di voglia, o di capacità tecniche (che comunque non sembrano eccelse): questo Parma è irriconoscibile, vittima di un blocco psicologico che spinge i crociati sempre più sull’orlo del baratro.

formazioni-sassuoloLA FORMAZIONE: Alla faccia delle sorprese… Donadoni decide di sconvolgere ogni previsione della vigilia, ed al termine di una settimana di allenamenti a porte chiuse, sia Lodi che Coda si siedono in panchina. Il Parma torna al 4-3-3, anche se sembra più un 4-5-1: Mirante tra i pali, Gobbi e Mendes terzini, con Lucarelli e Felipe in mezzo; Mauri, Acquah e Lucas Souza a centrocampo, aiutati da De Ceglie e Rispoli sulle due fasce in fase difensiva, Cassano unica punta supportato proprio dai due esterni quando è il Parma ad attaccare.

LA PARTITA: Alla letture della formazione, siamo sinceri, abbiamo faticato a capire in che modo il Parma si sarebbe schierato in campo e, soprattutto, in che modo avrebbe affrontato la gara. Questo 4-5-1 che copre le fasce, ma che lascia Cassano solo in balia degli avversari, è fin da subito rispecchiato in campo. A dire la verità è proprio il Parma a partire forse, attaccando ma senza creare grossi problemi a Consigli. I primi 15′ sono di studio, con il Sassuolo che lentamente però prende le misure. Ed al 19′ sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio, con l’inevitabile gol dell’ex Sergio Floccari, che sfugge ai centrali crociati e di testa da due passi batte Mirante. Il gol manda il morale dei crociati sotto terra, e lo si capisce dopo pochi minuti, quando il Sassuolo riesce addirittura a raddoppiare con Acerbi. Gol simile a quello di Floccari, con Mirante che nulla può sulla conclusione di testa. Donadoni in panchina è una statua di sale, la curva inizia a chiedere ai giocatori di mettere in campo gli attributi, ma le facce sono scure, gli sguardi smarriti. Coda si scalda a bordo campo, ma nel frattempo è ancora il Sassuolo a rischiare di segnare il terzo gol con Berardi che su punizione dal limite coglie il palo. I fischi del Tardini, al fischio finale del primo tempo, sono lame taglienti nell’orgoglio dei crociati, che però non riescono a capire come uscire da questa situazione.
Il secondo tempo si apre con un cambio, inevitabilmente è un attaccante ad entrare in campo, Coda, per Mendes. Donadoni decide di passare ad un 4-4-2 che vede incredibilmente Acquah schierarsi nel ruolo di terzino destro. La partenza dei crociati ed incoraggiante, ed al 2′ è De Ceglie che di testa da due passi spara alto. Al 6′, però, Taider tira fuori dal cilindro un missile che si infila all’incrocio, facendo sprofondare tutti i buoni propositi che Donadoni avrà cercato di infondere ai suoi giocatori nell’intervallo. Tre gol di svantaggio, la curva che canta ai giocatori di onorare la maglia e che chiede a gran voce a Ghirardi di metterci la faccia. Donadoni prima richiama Belfodil verso la panchina, ma poi decide di inserire Ghezzal al posto di De Ceglie. L’atmosfera al Tardini è surreale, i giocatori faticano a trovare delle trame decenti ed il Sassuolo quasi senza fatica riesce ad arginare i pochi pericoli che arrivano dalle parti di Consigli. Il Parma, nonostante tutto, riesce ad accorciare le distanze al 33′, con la rete di Cassano che rende meno pesante il passivo ma che sostanzialmente cambia poco le cose.

squadreincampo-sassuoloIL FILM DEL PRIMO TEMPO:

1′ – Partiti!!
4′ – E’ il Parma a partire forte, lanciandosi in attacco. Rispoli e De Ceglie in fase offensiva sono alti, con il Parma che quindi attacca con un 4-3-3
13′ – Ci prova Berardi da fuori, pallone a lato.
15′ – Tiro di Acquah, pallone in Barriera Repubblica.
19′ – Vantaggio del Sassuolo, gol di Floccari che di testa, in posizione regolare, batte Mirante. Parma-Sassuolo 0-1
22′ – Ammonito Mendes.
23′ – Raddoppio del Sassuolo, gol di Acerbi di testa. Parma in completo disarmo. Parma-Sassuolo 0-2
24′ – La curva chiede alla squadra di tirare fuori gli attributi.
31′ – Si scalda Coda.
33′ – Acquah ha fatto un’entrata da codice penale, anche se ha preso il pallone. In area dubbia trattenuta su Lucas, l’arbitro lascia proseguire.
34′ – Cassano sfiora il gol!!!! Pallone deviato in angolo.
35′ – Ci prova Mauri, il rasoterra lentamente termina tra le braccia di Consigli.
38′ – Rispoli finora il migliore del Parma.
40′ – Ammonito De Ceglie per un fallo sostanzialmente inutile sulla fascia sinistra.
44′ – Brutto fallo di Lucarelli al limite dell’area crociata, ammonizione purtroppo sacrosanta. Era diffidato, salterà la sfida di mercoledì contro il Torino.
45′ – 1′ di recupero.
45′ – Palo incredibile di Berardi su punizione, Mirante inconsciamente devia, e un difensore spazza in angolo.
46′ – Finisce il primo tempo. Il Parma torna negli spogliatoi sotto i fischi di tutto il Tardini.

striscione-alluvionatiIL FILM DEL SECONDO TEMPO:

1′ – Inizia il secondo tempo, un cambio per il Parma: fuori Mendes, dentro Coda.
1′ – Il Parma si schiera con un 4-4-2, con Acquah che si schiera incredibilmente nella fascia destra in difesa.
2′ – DE CEGLIE DI TESTA SPARA ALTO DA BUONA POSIZIONE!
6′ – Terzo gol del Sassuolo, un missile all’incrocio di Taider, imprendibile per Mirante che in questo caso non ha davvero colpe. Parma-Sassuolo 0-3
11′ – Sta per entrare Belfodil.
12′ – Acquah ci prova con il destro da posizione defilatissima, pallone alto.
15′ – Felipe ha fatto una cosa in mezzo all’area che vabbè… lasciamo perdere.
15′ – “Presidente mettici la faccia“, questo il coro della Nord.
16′ – Cambio per il Parma, fuori De Ceglie e dentro Ghezzal.
22′ – Ci prova Lucas di testa, nessun problema per Consigli che blocca il pallone.
23′ – Esce Floccari, e si prende gli applausi di tutto il Tardini. Al suo posto Pavoletti.
24′ – Berardi di testa spara incredibilmente alto, sbagliando fortunatamente per i crociati un gol relativamente facile.
26′ – Coda impegna Consigli!!!! Bel tiro del n°88, bravo però il portiere ospite a respingere.
29′ – Si prepara Ristovski.
30′ – Fuori Acquah, dentro Ristovski per il Parma; fuori Berardi, dentro Biondini per il Sassuolo.
33′ – Il Parma riduce le distanze, Consigli esce male su un cross di Ghezzal, sul pallone si avventa Cassano che segna. Parma-Sassuolo 1-3
39′ – Cross di Lucas, Consigli anticipa Ghezzal!!!
45′ – 4′ di recupero.
48′ – Ammonito Ristovski per una trattenuta ai danni di Sansone.
49′ – Termina l’incontro, Parma ancora sconfitto.

L’Editorialista