Parma-Napoli secondo Bucci, Crippa e Benarrivo

Nemmeno il tempo di metabolizzare la sconfitta contro la Roma, e già si avvicina la sfida contro il Napoli. Il Parma domenica sera dovrà trovare una grande prestazione, nella speranza di recuperare i tanti giocatori infortunati (Gargano, Cassano e Paletta su tutti). Il Napoli, dal canto suo, sta attraversando un ottimo momento di forma, e cercherà di trovare proprio al Tardini i punti necessari per continuare l’inseguimento verso il secondo posto occupato dalla Roma, tenendo allo stesso tempo lontana la Fiorentina dall’ultimo posto disponibile per la Champions League.

benarrivoeuropatmwQuest’oggi, ai microfoni di Radio Marte e Radio Crc, due radio napoletane, sono intervenuti alcuni ex giocatori crociati per analizzare quello che sarà il posticipo del prossimo turno di Serie A. Ecco cos’hanno detto:

MASSIMO CRIPPA – “Il Parma? Non sarà facile vincere al Tardini. I gialloblù affrontano un periodo poco positivo, ma a tempo stesso stanno disputando un campionato fantastico. La stagione del Napoli invece è ricca di rimpianti. La squadra di Benitez ha giocato un ottimo girone d’andata, uscendo sfortunatamente dalla Champions, ma poi ha improvvisamente mollato la presa in campionato

LUCA BUCCII gialloblù scenderanno in campo con determinazione dopo le tante sconfitte in campionato. Donadoni deve recuperare alcuni giocatori importanti per poter competere con la formazione azzurra. Il Napoli? Il prossimo anno sicuramente punterà allo Scudetto”.

ANTONIO BENARRIVOIl Parma manca dal palcoscenico europeo da moltissimi anni. Quest’anno, la posizione in classifica gli consente di poter credere al sogno Europa, ma nelle ultime tre partite, la squadra è stata colpita da un calo fisico. Questo mi preoccupa anche perché domenica il Parma affronterà il Napoli che è in grande salute. Sarà una partita ardua e dura. Il Napoli ha ottimi giocatori in rosa e l’unica nota negativa è stata rappresentata da Hamsik che non ha fatto vedere ciò che sa fare. In questa stagione non ha reso al massimo e alla squadra azzurra è venuto a mancare lo slovacco”.