PARMA, LES JEUX SONT FAITS – LUNEDI’ LE EVENTUALI OFFERTE: DEADLINE ALLE ORE 14

Ed ecco l’ultima, attesa deadline. Lunedì 22 giugno, giorno in cui scadrà l’esercizio provvisorio, Piazza e Corrado dovranno finalmente decidere se affondare il colpo o meno, e lo dovranno fare, secondo quanto raccolto da ParmaFanzine.it, entro le ore 14. Dovrebbe essere quella, infatti, l’ora limite stabilita dai curatori fallimentari, anche se non è escluso che le due cordate chiedano qualche ora di margine.

Un prolungamento dell’esercizio provvisorio è praticamente fisiologico, ma non sarà di certo finalizzato al proseguimento delle trattative, che si concluderanno 22-deadlinelunedì, bensì alla formalizzazione degli atti relativi ad una vendita che tutti i tifosi sperano possa andare in porto. Les jeux sont faits, insomma. Il debito sportivo è stato stabilito dal Giudice Rogato, ed ammonta a 22,6 milioni. Tavecchio ha detto, con il suo solito burocratese ai limiti dell’aramaico antico, che non si opporrà alla decisione del Tribunale in quanto la Federazione non ha le competenze per poterlo fare. Resta la preoccupazione verso possibili cause legate alle società estere, e preoccupazioni filtrano anche dalla Figc, che teme eventuali incidenti diplomatici con la Fifa. Per questo però le due cordate in gioco stanno valutando diverse ipotesi, come la possibilità di trovare un accordo e risolvere il problema, o eventualmente costituire, e conservare in ottica futura, un fondo di garanzia con i soldi necessari al pagamento di eventuali contenziosi. Non destano invece grande preoccupazione i contratti futuri, che come abbiamo detto in tutte le salse potranno essere rinegoziati ed in parte smaltiti, e sotto questo punto di vista il cartello “lavori in corso” è già appeso da tempo.

Siamo arrivati dunque alla fine della partita, o forse all’ultimo rigore decisivo. Il pallone è sul dischetto, ma serve segnare: quello di lunedì sarà dunque il momento in cui capiremo se qualcuno si offrirà di battere questo penalty, o se invece, per qualsiasi motivo legittimo o meno, tremeranno le gambe a tutti.

AGGIORNAMENTO, ORE 16:02 – È arrivato anche il comunicato ufficiale: “I curatori fallimentari del Parma FC S.p.A., dott. Angelo Anedda e dott. Alberto Guiotto comunicano che il termine ultimo per la presentazione di offerte valide all’acquisto dell’azienda sportiva è fissato per le ore 14.00 di lunedì 22 giugno p.v..Nel pomeriggio della stessa giornata i curatori si incontreranno con il Comitato dei Creditori e con il Giudice Delegato dott. Pietro Rogato al fine di prendere ogni opportuna decisione in merito al futuro della squadra crociata”.