PARMA-JUVENTUS 0-1 – Ai crociati non bastano cuore e grinta

Il Parma resiste finchè può e gioca una partita di carattere, ma la rosa della Juve alla fine fa la differenza. Questa è la sintesi del match giocato al Tardini tra bianconeri e crociati, che ha visto la squadra di Conte prevalere solo verso la fine del secondo tempo, dopo aver inserito degli uomini dalla panchina. Se le forze fresche che ti puoi concedere si chiamano Pirlo, Llorente e Quagliarella… I crociati però possono uscire a testa alta, perchè hanno costretto la Juventus a doversi inventare letteralmente un gol non tanto con il finalizzatore dell’azione, Pogba, ma con Quagliarella, che ha preso un’incredibile traversa al primo pallone toccato. Un Parma che è stato solido, compatto, che ha pressato e difeso con ordine, ma che alla fine non è riuscito ad evitare la sconfitta. La squadra di Donadoni può forse recriminare per l’occasione che è passata “sul tacco” di Amauri, con il pallone che è uscito davvero di poco dopo aver percorso tutta la linea della porta difesa da Buffon. Non ci sentiamo però di rimproverare davvero nulla ai crociati, che hanno giocato con grinta e cuore fino all’ultimo minuto. La Juventus, invece ha dimostrato di essere una grande squadra, e ha saputo attendere senza innervosirsi, sapendo di avere in campo giocatori capaci di risolvere la partita in ogni momento.

IL FILM DELLA PARTITA

Senza titolo-2LE FORMAZIONI:

Donadoni conferma l’undici vittorioso contro il Milan, fatta eccezione per Felipe. Al suo posto Mendes completa il pacchetto arretrato che vede il ritorno dopo il turno di squalifica di Alessandro Lucarelli. Per Conte invece si era parlato di turnover in settimana, vista la sfida imminente contro il Real Madrid, e infatti Pirlo e Llorente si siedono in panchina, con Bonucci nemmeno convocato. Al centro del campo, quindi, le chiavi del gioco sono lasciate a Pogba e Vidal, con Marchisio più avanzato, a ridosso dell’attacco formato da Tevez ed un ex d’eccezione, Giovinco.

IMG_0165 copiaPRIMO TEMPO

Un buon Parma riesce a disinnescare l’attacco juventino, riuscendo a rimanere corto e compatto, senza però disdegnare la fase offensiva. Un primo tempo povero di occasioni, che però ha visto i crociati prevalere nettamente nel conto dei corner, segnale che la squadra è riuscita a ripartire e a fare gioco. Buon primo tempo da parte di tutti, molto positivi Mendes in difesa e Biabiany sulla destra, oltre ad un monumentale Lucarelli che non ha praticamente concesso nulla agli avversari.

Le azioni salienti:

2′ – Ogbonna rischia un clamoroso autogol, Buffon libera in fallo laterale.

4′ – L’inizio è positivo per il Parma, che pressa alto e cerca di mantenere la squadra corta e compatta

6′ – Azione in solitario di Amauri che difende benissimo il pallone, e poi prova il tiro da fuori, che finisce senza problemi tra le braccia di Buffon

10′ – Occasionissima per il Parma!! Cassano passa ad Amauri che appoggia per Parolo, finta di tiro e scarico per l’accorrente Gobbi, il suo cross però scorre lungo tutta l’area piccola senza essere ribattuto a rete!

14′ – Bella azione della Juve, con Giovinco che serve Tevez. Da pochi passi l’argentino spara in porta, ma Mirante para in due tempi.

25′ – Tiro di Vidal da lontanissimo, Mirante sicuro blocca il pallone.

32′ – Gobbi intercetta un passaggio difensivo della Juve, e prova da fuori: pallone alto sopra la traversa.

32′ – Nell’azione successiva, è Vidal a provarci dal limite: il suo rasoterra fuori di poco sulla destra di Mirante.

45′ – L’arbitro non concede recupero e manda le squadra negli spogliatoi.

 –

IMG_0164 copiaSECONDO TEMPO

1′ – Subito occasionissima per la Juve, con Pogba e Vidal che pasticciano sul dischetto del rigore, e con Asamoah che spara, fortunatamente per i crociati, contro Biabiany che devia in corner.

6′ – Tevez serve Giovinco che da dentro l’area tira rasoterra, pallone fermato da Mirante con sicurezza.

7′ – Mirante dopo aver parato lancia in velocità Biabiany che prende 5 metri a Chiellini sulla corsa, entra in area, serve Amauri che di tacco sfiora il gol.

16′ – Conte inserisce Pirlo al posto di Marchisio.

22′ – Schema da calcio d’angolo, Cassano serve dall’altra parte Cassani che prova al volo, il pallone esce senza preoccupare Buffon.

23′ – Donadoni effettua il suo primo cambio, dentro Felipe e fuori Mendes, autore di un’ottima prova.

24′ – Miracolo di Mirante su Tevez, che ha girato in porta un cross rasoterra di Padoin

26′ – Amauri difende palla, viene steso, l’arbitro però lascia giocare per il vantaggio, il pallone finisce sui piedi di Parolo che da fuori area non centra la porta.

30′ – Conte prova il tutto per tutto inserendo forze fresche in attacco: dentro Llorente e Quagliarella, fuori Giovinco e Tevez.

31′ – Gol della Juve, tiro incredibile di Quagliarella che colpisce la traversa, sulla ribattuta è pronto Pogba a ribattere in rete.

32′- Donadoni aveva il cambio preparato, con Benalouane pronto ad entrare. Il gol sconvolge i piani del tecnico, che rimanda il tunisino a scaldarsi.

36′ – Sansone entra in campo al posto di Gargano.

41′ – Anche Obi entra in campo, al posto di Marchionni.

42′ – Scambio di testa tra Amauri e Cassano, che chiude il triangolo benissimo. Sull’italo-brasiliano, però, esce Buffon che blocca la sfera.

48′ – Gli ultimi assalti del Parma non riescono a creare preoccupazioni a Buffon, e l’arbitro dopo 3′ di recupero fischia la fine del match.

L’Editorialista