PARMA-GENOA 1-1 – Un Parma impacciato porta a casa un punto

Ai punti, la vittoria del Parma doveva essere netta: due sono i miracoli di Perin, oltre ai gol falliti da Munari, Gobbi ed Amauri. La partita, però, racconta un Parma impacciato, non in palla, che ha sofferto oltre modo un Genoa rognoso, atleticamente in forma, e che dopo essere passato in vantaggio ed essersi fatto raggiungere dai crociati, nel secondo tempo quasi segna il raddoppio con Calaiò. Troppo pesanti le assenze di Marchionni e Gargano in mezzo al campo, oltre ad un Cassano in giornata grigia. I crociati portano a casa un punto, portano a 17 i risultati utili consecutivi, e si coccolano comunque un Paletta assolutamente strepitoso.

formazioniparmagenoaLA FORMAZIONE: I test effettuati durante la settimana devono aver convinto Donadoni a non cambiare modulo nonostante le assenze. E’ Munari quindi a prendere il posto di Marchionni, creando con Acquah e Parolo un pacchetto di centrocampo inedito, almeno dal primo minuto. Confermata invece la difesa, con Gobbi, Paletta, Lucarelli e Cassani davanti a Mirante, con Molinaro che come previsto si siede in panchina. Davanti, invece, la sorpresa è Schelotto, che assieme ad Amauri e Cassano forma il pacchetto offensivo. Biabiany, dunque, si siede in panchina per un turno di riposo, forse anche in vista della sfida di mercoledì contro la Juventus.

parmagenoastriscionecurvanordLA PARTITA: Dando un occhio al passato, tutte le partite che il Parma ha giocato alle 12:30 non sono di certo state gare ad altissimo ritmo, forse per l’orario, forse per lo stravolgimento delle abitudini e dei ritmi. Anche Parma-Genoa rispetta la tradizione, anche se l’inizio dei crociati è davvero prepotente. Dopo soli 2′ Gobbi si mangia un gol sparando alto da pochi passi dopo un bel uno-due con Amauri. Due minuti dopo è ancora Parma: Cassano (un po’ in ombra durante i primi 45′) serve Schelotto sulla destra, il suo cross rasoterra viene deviato da Amauri verso la porta, ma dopo aver toccato anche le gambe di un paio di difensori viene bloccato senza problemi da Mirante. Dopo un buon avvio crociato, viene fuori il Genoa. Prima timidamente, sfruttando i ritmi bassi della gara (condizionata anche da un forte vento che soffiava verso la Curva Nord), e poi riuscendo a portarsi in vantaggio con Cofie, servito alla perfezione tra le linee da Konate. Il Parma però non ci sta, e cerca di dimenticarsi dei problemi che ha a centrocampo, buttandosi in avanti. Prima Amauri in rovesciata sfiora il gol dell’anno, poi è invece Schelotto a pareggiare i conti 10′ dopo, risolvendo una mischia in area con un bolide che si è insaccato dietro a Perin. E’ ancora crociata l’ultima emozione del primo tempo, con Parolo che al 37′ sfiora il palo con un tiro da fuori area. Finisce così un primo tempo non bellissimo, in cui il Parma ha dimostrato di non saper ricreare quella manovra fluida vista nelle precedenti uscite, forse anche per le assenze a centrocampo e la giornata un po’ sottotono di Cassano. Di contro quasi perfetta la prestazione di Paletta e Lucarelli, che hanno giganteggiato al centro della difesa strappando più volte gli applausi di tutto il Tardini.
Nel secondo tempo però il Parma sembra più convinto. Dopo soli 4′ è Munari ad avere il pallone del vantaggio, ma il suo tiro sfiora l’incrocio dei pali. All’11’ il Genoa si rende pericoloso con Calaiò, con un colpo di testa che attraversa tutta la porta e finisce fuori. Cassano fa le sue prove di risveglio, e al 14′ subisce un calcione in faccia da Burdisso. L’arbitro dopo qualche secondo decide di ammonire l’argentino, ma Antonio sembra essersi svegliato proprio dopo il colpo ricevuto. E’ poi Amauri ad avvicinarsi al gol, ma Donadoni decide di cambiare: dentro Obi e Biabiany, fuori Munari e Schelotto. Sono i crociati a sembrare più in palla, spinti anche da un Tardini un po’ freddino nel primo tempo, ma che dopo il riposo sembra aver digerito il pranzo anticipato e si scalda ad ogni azione d’attacco. Il Parma però è poco preciso, la voglia è tanta ma i crociati sembrano impacciati. Il Genoa prova ad approfittarne, inserendo Gilardino al posto di De Ceglie. E ancora il Parma però a rendersi pericoloso, prima con Parolo, e poi con Amauri, con Perin che compie un autentico miracolo sul colpo di testa del brasiliano. Il Parma però è davvero troppo impacciato, si allunga e permette così al Genoa di interrompere la manovra, sfruttando anche le imprecisioni degli uomini di Donadoni.

parmagenoasquadreincampoIL FILM DEL PRIMO TEMPO:

2′ – COS’HA SBAGLIATO GOBBI!!!!!! Uno-due micidiale con Amauri, Massimo da pochi metri spara alto!!!
4′ – Il Parma quando viene avanti da spettacolo!!!! Cassano serve Schelotto, il cross rasoterra in mezzo è preda di Amauri, il suo tiro viene però ribattuto e poi bloccato da Perin!!! Il Tardini applaude a scena aperta!
14′ – Primo cambio per il Genoa, esce Matuzalem per infortunio, dentro Bertolacci.
17′ – La partita non ha ritmi altissimi. E’ stato il Parma a rendersi più pericoloso, ma il Genoa si chiude bene e prova a farsi vedere in avanti.
20′ – Gol del Genoa, Cofie. Parma-Genoa 0-1
21′ – Dopo pochi secondi Amauri quasi segna in rovesciata!
24′ – Il problema del Parma sembra essere il centrocampo. Difficoltà ad impostare e poco dinamismo, bisogna invertire la rotta.
30′ – Schelotto pareggia per il Parma, concludendo dopo un parapiglia in mezzo all’area!!! Parma-Genoa 1-1
37′ – Parolo!!!! Tiro da lontanissimo, il pallone esce a lato di poco!
45′ – 2 minuti di recupero.
47′ – Finisce il primo tempo, Parma e Genoa vanno al riposo dopo aver segnato un gol a testa!

parmagenoaevidenzaIL FILM DEL SECONDO TEMPO:

4′ – GIANNNIIIII GIANNNIIII GIANNIIIII!!!! Prova il tiro a giro da buonissima posizione, pallone fuori di un soffio!!!!!
5′ – Ammonizione per Konate, simulazione.
10′ – Gianni si fa rubare un pallone e nel tentativo di recuperare compie un fallo tattico. Prima ammonizione per il Parma.
11′ – Calaiò sfiora il gol di testa! Genoa pericoloso!
14′ – Incredibile. Cassano subisce un calcio in faccia e viene buttato giù e l’arbitro aspetta due minuti per convincersi ad ammonire Burdisso.
15′ – Entra Fetfatzidis al posto di Konate. Seconda sostituzione per il Genoa.
20′ – Cross di Schelotto, Amauri di testa non riesce ad imprimere potenza al pallone che termina ampiamente a lato!
21′ – Il Tardini ha digerito il pranzo e ora è diventato un catino!
22′ – Ammonito De Maio per il Genoa.
23′ – Fuori Schelotto e Munari, dentro Obi e Biabiany.
29′ – Parolo di testa sfiora il gol!!
31′ – Cross di Obi, Amauri di testa spara fuori!!
33′ – Si prepara Gilardino per il Genoa.
36′ – Fuori Cassano, dentro Palladino.
39′ – Perin compie un autentico miracolo su un colpo di testa di Amauri!
39′ – Ammonizione per Lucarelli.
45′ – 4 minuti di recupero.
46′ – Tiro di Palladino deviato, Perin gira in angolo!!
49′ – Finisce il match! Parma-Genoa 1-1

L’Editorialista